NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Documentazione

L’Associazione Una Quantum inc. ha lanciato lo scorso 5 maggio 2018 e terminato il 5 Giugno 2018, nel Coworking Millepiani di Garbatella il primo insegnamento di Arduino applicato ai Beni Culturali, esclusivo per i propri associati.

I nuovi georadar individuano reperti sepolti, vuoti e cavità nascoste, senza scavi. Ampia è la letteratura sull’uso dei georadar in archeologia, per individuare le zone più rilevanti PRIMA di effettuare gli scavi o di intervenire su strutture o manufatti. Lo stesso MiBACT si è dotato recentemente del più preciso georadar in commercio per il rilievo su murature, colonne e statue: lo StructureScan Mini XT, prodotto da GSSI.

Nell'ambito del ciclo di incontri "A che serve Volare", organizzato dall'Aerofototeca Nazionale e dall'Istituto Centrlale per il Catalogo e la Documentazione (ICCD), Stefano Campana (Archeologo dell'Università di Siena) illustrerà il progetto Emptyscapes: un approccio interdisciplinare che ha come obiettivo lo sviluppo di nuovi paradigmi per lo studio dei paesaggi archeologici spostando il baricentro dal consueto approccio sitocentrico verso una prospettiva contestuale ed ecosistemica (http://www.emptyscapes.org/).

Il recente fascino esercitato dai veicoli a pilotaggio remoto sui topografi nasce sicuramente dalla possibilità di poter effettuare riprese “aerofotogrammetriche” ora alla portata di tutti. Certamente l’esplosione dell’uso del mezzo ha rasentato situazioni vicine al gaming e all’hobby dell’aeromodellismo.

E' possibile leggere online Archeomatica 1-2018 - Tecnologie per i Beni Culturali, un numero dedicato ai servizi satellitari per il monitoraggio dei beni culturali. Un patrimonio inestimabile molto spesso a rischio a causa di fattori atmosferici, antropici e ambientali nonché dell'incuria dell'uomo. Una chiave per il monitoraggio sono i servizi satellitari: economicamente sostenibili, i dati provenienti dal Telerilevamento, se integrati e resi interoperabili con altri sistemi del nostro Ministero per i Beni e le Attività Culturali, sono in grado di fornire risposte rapide alle esigenze di chi si occupa di monitoraggio, salvaguardia, manutenzione e valorizzazione dei Beni Culturali. Questo è lo scopo di ArTeK (Satellite enabled Services for Preservation and Valorisation of Cultural Heritage) un progetto sviluppato nell’ambito del programma “Business Applications” dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), cofinanziato e supportato dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), la cui entrata in servizio a regime è prevista alla fine del 2018.

Da qualche anno Codevintec presenta le nuove tecnologie per le Scienze della Terra (e del Mare) ai pubblici più attenti: studiosi, professionisti, operatori, pubbliche amministrazioni.

Nove giovani borsisti siciliani, da poco più di un mese, sono coinvolti all’interno di SPIDEr - Strategies for Planning and Integrated DEvelopment of Urban Cultural Contexts, il progetto di alta formazione promosso dall’Istituto per i beni archeologici e monumentali del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibam Cnr) della sede di Catania. Il progetto SPIDEr, finanziato dalla regione Sicilia grazie al Programma operativo ‘Fondo sociale europeo” (Fse Sicilia 2020), risponde all’Avviso n. 11/2017 “Rafforzare l’occupabilità nel sistema della R&S e la nascita di Spin off di ricerca in Sicilia”.

Il contributo illustra l'attività di ricerca realizzata in collaborazione con le Cattedra di Storia dell’Arte Medievale dell’Università del Salento (Prof. Marina Falla Castelfranchi) e dell’Università di Bari (Prof.

Gioia Bertelli).

3D TARGET è lieta di annunciare la propria partnership con SMARTTECH, azienda fondata nel 2000 da un gruppo di medici e ricercatori dell'Università tecnologica di Varsavia, leader nella produzione di scanner ottici a luce strutturata manuali e su treppiede, utilizzati in ambito archeologico, industriale, medico e sulla scena del crimine.

La qualità dei dati è senza precedenti ed è perfetta per coprire la più ampia gamma di applicazioni, dal dragaggio all'archeologia, dalla geologia alle ispezioni di manufatti, fino alle operazioni di soccorso in mare, con una ricaduta positiva anche per i tempi di elaborazione. 

Pagina 1 di 26

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo