Documentazione

Dal 2018 al 2020, lo scheletro del diplodoco Dippy sarà portato in tour in otto diverse città del Regno Unito e verrà sostituito all’interno del museo londinese da un esemplare di balena blu. Dopo 112 anni, il Natural History Museum di Londra ha deciso di portare per la prima volta in tour lo scheletro del dinosauro diplodoco, anche conosciuto come Dippy. Dal 2018 fino al 2020, lo scheletro di Dippy viaggerà attraverso il Regno Unito, toccando otto diverse città, per far conoscere a tutti passato, presente e futuro della storia naturale e di comprenderla appieno.

Dopo uno scrupoloso lavoro effettuato dal team di specialisti del Laboratorio di Archeologia Immersiva e Multimedia (LAIM) dell'Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali del Consiglio Nazionale delle Ricerche, il giorno 20 febbraio alle ore 16:00 presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli si terrà la presentazione dei primi risultati del progetto di digitalizzazione sul Plastico in sughero di Pompei del 1861.

Descriptio Romae è un archivio realizzato con una semplice tecnologia sapientemente utilizzata, basata sull’archiviazione digitale georeferenziata che consente di consultare facilmente i documenti relativi ai catasti storici su Roma nel settecento e ottocento.

La dichiarazione di Abu Dhabi è stata adottata al termine dell'International Conference on Safeguarding Cultural Heritage in Conflict Areas (2-3 dicembre 2016). 

Un caso studio svolto in condizioni estreme da Future Aerial Innovations riporta in vita il castello di Tintagel, con applicazioni di droni, fotogrammetria e stampa 3D.

Disponibile gratuitamente il volume pubblicato da ENEA dal titolo "Cobalto, zaffera, smalto dall’antichità al XVIII secolo". Il cobalto e altri elementi chimici possono essere strumenti per la datazione, l’individuazione dell’origine dei materiali o delle tecnologie di produzione.

In un articolo della rivista Conservation Science in Cultural Heritage sono stati messi in luce alcuni questioni sulle copie de "La Gioconda" di Leonardo da Vinci esposta al Louvre.

Nel 1828 una mummia di coccodrillo fu esposta al "National Museum of Antiquities" di Leiden in Olanda. Tuttavia, sino a poco tempo fa, i ricercatori non avevano idea che la mummia contesse 47 baby crocs sul fianco della bestia gigante.

Il team di Google Arts & Culture ha collaborato con l'artista Cyril Diagne per creare una mappa digitale 3D da centinaia di migliaia di singole opere d'arte. La selezione di opere d'arte è stata effettuata da musei condivisi e archivi di tutto il mondo. 

Venerdì, 18 Novembre 2016 09:17

Introduction to Metadata

Molto è cambiato nel panorama dell'informazione digitale fin dalla prima edizione a stampa di questo libro, che venne pubblicato nel 1998, seguito da edizioni rivedute nel 2000 e nel 2008. E' appena stata pubblicata ora una edizione aggiornata di questo testo, destinato a dare una introduzione generale ai metadati e a spiegare alcuni dei principali strumenti, i concetti e le questioni connesse con l'utilizzo di metadati per costruire risorse digitali autorevoli, affidabili e utili.

Pagina 1 di 22
itsqarhyzh-CNnlenfrdejaptrues
archeomatica su twitter
UAV Expo Europe
http://www.digitalmeetsculture.net