Musei a realtà aumentata, sperimentazione nei musei della Provincia dì Ancona

Stampa

Domenica 22 marzo 2015 all’evento il Sistema Museale della Provincia di Ancona presenta ufficialmente la nuova applicazione per la fruizione dei propri siti culturali. La nuova App, chiamata Layar, è scaricabile su smartphone tablet ed altri dispositivi e permetterà di conoscere in “realtà aumentata” contenuti aggiuntiivi ed informativi.

Ad essere coinvolti i musei di Ancona, Osimo e Serra de’ Conti e la visita guidata al vecchio faro e all’antica cinta muraria.

“Perché non sfruttare tutto questo per rendere i nostri musei più interattivi ed interessanti per il pubblico?” si è perciò chiesto il Presidente Mattia Morbidoni.
Così è nato il progetto che sarà presentato domenica 22 marzo 2015 a partire dalle ore 16 presso il Parco del Cardeto ad Ancona e che ha ottenuto l'altro patrocinio della Commissione Nazionale Italiana dell'UNESCO.

"Personaggi virtuali si materializzeranno sugli schermi dei visitatori, ma proprio lì, davanti a noi, pronti ad interagire con noi ed a farci da “Cicerone” fra le più svariate opere d’arte per svelarci i loro segreti e che ci guideranno in una suggestiva Spoon River anconetana….
Sempre grazie alla speciale App, voleremo a visitare altri musei della provincia, rimanendo sempre ben fissi a terra nell’incantevole cornice del Parco del Cardeto.

Avremo così modo di visitare la Pinacoteca di Osimo ed il Museo delle Arti Monastiche di Serra de Conti.
Oltre a questi già detti, ci saranno parecchi altri contenuti extra, ma gli organizzatori non si vogliono sbilanciare troppo al riguardo per non rovinare la sorpresa di chi interverrà.

Chi non è munito di smartphone o tablet o altri dispositivi validi per scaricare l’App, potrà usufruire di alcuni iPad messi a disposizione dal Sistema Museale grazie alla preziosissima sponsorizzazione tecnica di Med Store.
I visitatori potranno godere inoltre di un aperitivo offerto dal Sistema Museale per festeggiare il lancio del progetto (che si allargherà prestissimo a tutti i musei della rete provinciale)".

Ulteriori informazioni


Fonte: musei.cultura.marche.it 

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI