Augmented Reality Studio nuove esperienze museali

Augmented Reality Studio nuove esperienze museali

Stampa

La Realtà Aumentata è una tecnologia innovativa che permette di sovrapporre immagini, video, suoni e modelli 3D a ciò che gli utenti sono già in grado di osservare intorno a loro. Non sostituisce la realtà, non ne crea una nuova come avviene con la Realtà Virtuale, ma impreziosisce ciò che è già presente, offre agli artisti nuovi modi per raccontare una storia e apre le porte a un modo interattivo di vivere gli spazi ed esseri coinvolti nel processo creativo.

La startup Dilium fornisce prodotti e servizi all’avanguardia in campo tecnologico – digitale, il suo obbiettivo principale è l’innovazione delle esperienze museali, consentendo agli artisti di adottare strumenti per integrare la Realtà Aumentata nelle proprie opere. Lo sviluppo della piattaforma Augmented Reality Studio per la creazione semplificata di esperienze AR, e la partecipazione nel 2021 al bando InnovaMusei, ha permesso all’azienda di avviare progetti sperimentali in ambito culturale.

dilium-team-1200x800.jpg

Fig. 2 - Dilium. Da sinistra, Gianluigi Gollo, Roberto Sommariva e Donato De Ieso.

Le opportunità per l'uso dell'AR sono ampie, molte strutture stanno già adottando Augmented Reality Studio per aggiungere in pochi passaggi asset 2D, 3D e veicolare maggiori informazioni. Versioni digitali degli artisti, o video, accompagnano le opere e ne descrivono i tratti, interi quadri si animano e si rivolgono in prima persona allo spettatore. Nuove e numerose possibilità per i musei e gli artisti interessati a creare e vendere opere immersive possono nascere dal recente boom del mercato dei token non fungibili (NFT).

L’AR è lo strumento ideale per aggiungere valore a un’opera digitale e il connubio tra Blockchain e AR può finalmente restituire il giusto riconoscimento all’arte digitale che, ancora oggi, purtroppo, viene spesso svalutata perché non realizzata con strumenti tradizionali tangibili. In occasione della Milano Design Week, Dilium ha realizzato la mostra LeonARdo, sviluppando in realtà aumentata opere del maestro Leonardo Da Vinci. La mostra è stata un'esperienza unica sul modello dello 'science center' con oltre 1200 visitatori da 20 nazioni differenti. Le opere del genio rinascimentale sono state interpretate in chiave moderna e animate in Realtà Aumentata, dando modo ai visitatori di avere accesso ad un canale di comunicazione interattiva e immateriale con l'esposizione grazie all’App Bellfish.

ritratto-di-musico-1200x800.jpg

 Fig. 3 - Ritratto di Musico, esperienza in Realtà Aumentata realizzata per la mostra LeonARdo

Per l’evento Dilium ha ricreato con uno stile fresco e innovativo alcune tra le più celebri opere di Leonardo Da Vinci, la cui storia si è intrecciata con quella dalla città di Milano a partire dal 1482.

DILIUM 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.archeomatica.it/

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.

Abbonatevi CLICCANDO QUI