NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Mercoledì, 30 Ottobre 2013 12:45

cheFare2 – premio per la cultura, 100.000 euro

che fare2L’associazione non profit doppiozero lancia la seconda edizione di cheFare, il premio che promuove cultura e innovazione con il contributo di 100.000 euro

cheFare è una piattaforma collaborativa per la mappatura, la votazione e la realizzazione di progetti culturali realizzati da organizzazioni profit e non profit con particolare riguardo alle imprese sociali, alle fondazioni, alle associazioni e organizzazioni culturali e alle start up.
L'iniziativa di doppiozero è rivolta ai mondi della cultura, dell’innovazione sociale e alla società civile.
L'iscrizione al bando è aperta fino al 9 dicembre 2013.

cheFare favorisce la creazione e lo sviluppo di reti tra imprese culturali con alto contenuto di innovazione per attivare la costruzione di nuovi modelli economicamente e socialmente sostenibili.
Collaborazione, condivisione, ricerca e racconto sono i principi che guidano la nostra azione. Dare vita a questa esperienza vuol dire lanciare un segnale forte. Vuol dire guardare al futuro consci che sono le pratiche quotidiane che possono fare la differenza. Vuol dire sapere che è necessario essere in grado di rapportarsi con empatia nei confronti di chi ci circonda, attivare percorsi di resilienza per superare i problemi e soddisfare i bisogni e soprattutto saper agire in base a un paradigma nuovo, basato sull'economia tra pari, sul valore condiviso e capillare della cultura.

I criteri che i progetti dovranno presentare sono quelli che riteniamo centrali per la cultura contemporanea: promozione della collaborazione; ricerca di forme innovative di progettazione, produzione, distribuzione e fruizione della cultura; scalabilità e riproducibilità; sostenibilità economica nel tempo; promozione dell’equità economica; impatto sociale territoriale positivo; impiego di tecnologie e filosofia opensource; capacità di coinvolgere le comunità di riferimento e i destinatari delle proprie proposte attraverso una comunicazione efficace.

La prima fase del bando (28 ottobre – 9 dicembre 2013) consiste nella raccolta dei progetti, che verranno poi selezionati da un team di esperti (10 dicembre 2013 – 14 gennaio 2014). Nella seconda fase (15 gennaio 2014 – 13 marzo 2014) fino a 40 progetti saranno messi on-line per essere votati dal pubblico direttamente sul sito di cheFare ( www.che-fare.com ).
Tutti i partecipanti avranno modo di autonarrarsi attraverso l’uso di una piattaforma per l’informazione partecipativa (Timu ).

Gli 8 progetti che avranno raggiunto il più alto numero di voti verranno valutati da una giuria (composta da personalità del mondo della cultura e dell'innovazione: Paola Dubini, Gustavo Pietropolli Charmet, Eliana Di Caro, Christian Raimo, Ivana Pais) che sceglierà il progetto migliore secondo gli scopi e i requisiti del bando.
La proclamazione del vincitore avverrà il 3 aprile 2014.

cheFare è un progetto di doppiozero ed è co-prodotto in collaborazione con: Avanzi , Fondazione <Ahref , Fondazione Fitzcarraldo , Tafter , Societing , Lìberos
Media partner: Domenica - Il Sole 24 ore, Vita
Con il patrocinio della Regione Puglia - Assessorato alle Politiche Giovanili e BollentiSpiriti e la collaborazione di Enel.

La prima edizione di cheFare, che si è svolta lo scorso anno, ha richiamato oltre 500 associazioni, fondazioni e start-up di tutta Italia e ha raccolto più di 40.000 voti. Al termine del percorso la giuria ha premiato Lìberos, rete sociale on e off line di scrittori, editori, librai, biblioteche e lettori che produce iniziative culturali sul territorio.

Sito web: www.che-fare.com  

 

 

Fonte: Che Fare

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:33

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo