NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Lunedì, 09 Dicembre 2013 17:31

Aggiornamenti sul riconoscimento del ruolo dei professionisti

ana scritteE' stato raggiunto l’accordo tra le forze politiche sul riconoscimento dei professionisti dei beni culturali. Riportiamo quanto comunicato da Confassociazioni e ANA (Associazione Nazionale Archeologi).

"Si tratta di un emendamento al Codice dei Beni Culturali (ddl. 362), che riconosce il ruolo e la qualificazione dei professionisti che quotidianamente contribuiscono alla salvaguardia e alla valorizzazione del patrimonio culturale italiano.


La notizia sull'accordo è stata annunciata dalla relatrice del testo On. Manuela Ghizzoni, Vicepresidente della Commissione Cultura alla Camera.

Salvo Barrano, Vice Presidente con delega ai Beni Culturali di CONFASSOCIAZIONI e Presidente dell’Associazione Nazionale Archeologi - ANA, commenta così: “Diamo atto alla Commissione e al Governo dell'impegno profuso nelle ultime settimane nel portare avanti il disegno di legge, per favorire la buona occupazione nel settore dei beni culturali.
Valutiamo positivamente anche la nuova formulazione del testo, che sancisce definitivamente il ruolo dello Stato, scongiurando il rischio di interpretazioni ambigue sulle funzioni del Ministero”.
“Essendo già stati acquisiti i pareri di merito delle commissioni competenti - conclude Barrano - facciamo appello al Parlamento e al Governo perchè assicurino un iter rapido. Se la cultura è davvero al centro dell’azione politica di questo governo, offrire riconoscibilità istituzionale i professionisti dei beni culturali è un passo decisivo e concreto per invertire la rotta degli ultimi anni“.

  

Fonte: Confassociazioni, Associazione Nazionale Archeologi (ANA)

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:34

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo