NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

itzh-CNenfrdejaptrues

OPEN SOURCE FOR DIGITAL EDITIONS OF OBJECTS AND CLASSES

In Archeofoss 2020, Katia Roesler, Frederic Auth, Wenke Domscheit and Kerstin P. Hofmann presented on the role of editions of objects and their specific form of publication in archaeological science and in comparative and classifying research (abstract in https://zenodo.org/record/4002961#.YHgzlOgzaUk).

Transferring editions of objects to the semantic web and utilizing the possibilities virtuality offers, must respect three criteria. Firstly, the edition must be widely accepted and continuously used in the scientific community allowing substantial metadata to be extracted. Furthermore, the editions should be published in the DAI or its departments so that copyrights and publication rights are ensured. Finally, the data of the edition should be set out in a form that enables them to be transferred to a database (DB) and data related illustrations should be available.

Starting from the creation of ceramics’ relational DB of the volume of Conspectus Formarum Terrae Sigillatae Italico Modo Confectae, the intention is to introduce a representational tool for the combination of rim-, wall- and base-forms of vessels that is based on open-source software.

That means not only is the data free to use, but, if possible, it also ensures the access to the original context the data was or is represented in.

It’s possible to review this presentation on YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=OPt3XURTP0g or https://www.youtube.com/watch?v=bgkLcKsKtOA

Follow us on our social network!


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.archeomatica.it/

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.

Abbonatevi CLICCANDO QUI  


CHNT
CHNT
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo