NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

AN OPEN SOURCE FOR PALEO-MESOLITHIC VISUAL CULTURE

In Archeofoss 2020, Michele Pellegrino and Donato Coppola presented their analysis on Prehistoric engravings and graffiti, like proper artistic events, which are fundamental to understand characters of the graphemic-symbolic system shared by groups of hunter-gatherers of paleo-mesolithic culture (see the abstract in https://zenodo.org/record/4002961#.YHgzlOgzaUk).

The use of graphic and photographic surveying techniques has enriched the knowledge of paleo-mesolithic culture. With the support of current digital methodologies and applications, the analysis of "grammar of signs" of prehistoric age has turned from the interactive investigation of objects to the variation of the lighting conditions. This new approach takes into account the overall vision of the “plastic values” that take the individual signs in relation by support.

The case study shown in this presentation was the Grotta di Santa Maria di Agnano (Ostuni, BR – Italy). The authors implemented the monocular vision of the digital microscope high resolution photographic documentation by integrating high resolution, calibrated photographic documentation on the technique for image acquisition and processing (Reflectance Transformation Imagining (RTI), using open-source software.

The aim is to modify the lights on the artifact and optimize an improved method that maximizes the sharpness of the image, but, at the same time, preserves the diffused brightness, ensuring an enhanced general perception of the form and particular details, increasing the amount of recordable data to be examined.

It’s possible to review this presentation on youtube: https://www.youtube.com/watch?v=OPt3XURTP0g

Follow us on our social network!


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.archeomatica.it/3hpd

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.

Abbonatevi CLICCANDO QUI  


/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo