Sargetia: Ricostruzione 3D e Realtà aumentata applicata alla Storia e all’Archeologia.

Stampa

sargetia.ro consente di visitare ed imparare a conoscere i siti e i monumenti storici della Cultura Romana attraverso l’uso della tecnologia 3D e della Realtà Virtuale.

La piattaforma è parte di una larga campagna di promozione lanciata da Musei virtuali il cui intento è quello di lanciare un nuovo tipo di turismo culturale caratterizzato dall’impiego di tablets e smartphones al posto di manuali, guide e brochures.

Attraverso l’uso della tecnologia WebGL, ossia una piattaforma indipendente lanciata nel 2017, è stata messo a punto Sargetia.ro che offre una ricostruzione 3D delle Fortezze Dacie appartenente al patrimonio UNESCO: Băniţa, Blidaru, Căpâlna, Feţele Albe, Piatra Roşie and Sarmizegetusa Regia.

Inoltre offre la possibilità di scoprire le più antiche e famose statue Greche collocate all’interno dei più importanti musei del mondo accessibili tramite visita virtuale: “Statue Island”. 

Il processo scientifico di Ricostruzione 3D è in grado di restituire/ricostruire tridimensionalmente ogni struttura archeologica in scala in realta virtuale, in accordo con la documentazione proveniente dagli scavi archeologici.

Un database del Dacian and Roman Civilization Museum (MCDR) è stato impiegato per implementare il programma e le foto che appaiono sono state arbitriariamente prese dal sito del Museo.

A causa del largo impiego di smartphone e tablet android Sargetia ha scelto di adattare il programma a questa tecnologia, anche se viene impiegata una qualità inferiore rispetto a quella fornita da tecnologia Microsoft,

ll visitatore è in grado di spostarsi virtualmente in aree costruite dall'uomo o dalla natura e distrutte nel tempo. Allo stesso tempo gli viene insegnato il loro passato e la loro storia: in effetti, per ogni punto importante, il sistema fornisce istantaneamente informazioni complete, video e audio aggiuntivi, aiutando a comprendere il materiale esposto e gli ambienti selezionati.

Può dirigere la guida con un joystick e un pulsante "Esci" e visitare qualsiasi luogo senza percorsi prestabiliti; può anche entrare in edifici o templi perché sono tutti costruiti in 3D e non sono sostituiti da film come accade per i giochi.

L'uso della realtà aumentata applicata alla storia e all'archeologia è un modo efficace per accrescere la conoscenza della storia e scoprire un mondo antico che non può essere descritto dalle parole. I visitatori entrano in confidenza con l'ambiente e l'architettura dei tempi antichi e non sono più semplici spettatori ma partecipano attivamente all'azione.

Visita sargetia.ro

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI