Microsoft avvia con il governo greco una collaborazione nel settore del patrimonio culturale. Primo progetto la valorizzazione del sito archeologico di Olympia

Stampa

Un mese dopo l'incontro a Davos il presidente di Microsoft Brad Smith ha incontrato in Grecia il premier Mitsotakis per discutere dell’applicazione di tecnologie digitali innovative in diversi settori dell’amministrazione pubblica. A essere oggetto dell’interesse della Microsoft in particolare sono i settori dell’istruzione e dell’educazione permanente e quello del patrimonio culturale. La Microsoft è intenzionata ad aumentare, incoraggiata dalla ritrovata stabilità politica del paese, in maniera consistente i propri investimenti in Grecia stimolando lo sviluppo sostenibile e la transizione verso un'economia più verde.

La Grecia sta per cultura, Microsoft sta per tecnologia e secondo Smith il rilancio dell'economia passa per la tecnologia applicata ai beni culturali. Le tecnologie digitali, le accresciute possibilità offerte dai progressi dell'intelligenza artificiale, devono divenire parte integrante della crescita economica greca in modo che il paese possa svolgere  un ruolo guida negli sviluppi tecnologici nella regione più ampia del Mediterraneo sud-orientale.

Nel quadro degli  interventi previsti per rafforzare la promozione del patrimonio culturale Smith e Mitsotakis hanno concordato una collaborazione tra il colosso tecnologico americano e il Ministero della Cultura greco per la valorizzazione del sito archeologico di Olimpia - visitato dal presidente Microsoft - nell'ambito del programma globale "AI for Cultural Heritage" di Microsoft.

Una iniziativa Microsoft a carattere globale concentrata sulla conservazione delle lingue, dei manufatti, dei luoghi, delle tradizioni dei popoli non solo per preservare, ma per promuovere i patrimoni culturali del pianeta. Il presidente della Microsoft ha ricordato i recenti progetti di valorizzazione avviati in Francia nell'ambito dello stesso programma in particolare a Mont-Saint-Michel icona del patrimonio culturale d’Oltralpe.

Olimpia è stato venti anni fa il sito archeologico ove è stata sperimentata per la prima volta la Realtà Aumentata per mostrare le ricostruzioni dei templi sulle rovine reali, attraverso il progetto Europeo ARCHEOGUIDE (Augmented Reality-based Cultural Heritage On-site GUIDE).

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI