La Sardegna punta sulla Virtual Archaeology

Stampa

barumini su nuraxiGrazie ad un accordo di intesa firmato il 26 marzo 2013 tra la Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici della Sardegna del Ministero per i beni e le attività culturali e l'Assessorato della Pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport della Regione Autonoma della Sardegna inizia l'attuazione del progetto "Patrimonio culturale Sardegna Virtual Archaeology".

Il progetto verrà finanziato con fondi POR-FESR 2007-2013 e nasce con l'intento di divulgare il patrimonio culturale della Sardegna attraverso ricostruzioni tridimensionali di luoghi e siti di interesse storico-archeologico.

La Regione, la Direzione regionale del MiBAC,e le quattro Soprintendenze competenti sul territorio, hanno scelto sedici siti significativi sulla base di criteri di ripartizione cronologica, in modo da abbracciare un arco temporale che va dal Neolitico all'Età Moderna, e territoriale per rappresentare tutte le province sarde.

Il progetto sarà realizzato dal Raggruppamento Temporaneo di Imprese guidato dalla Società UNICITY S.p.A. e costituisce un'occasione importante per la conoscenza, la sistematizzazione delle informazioni e la valorizzazione dei siti prescelti, oltre che un'opportunità di disporre di strumenti descrittivi aggiornabili.

 

Fonte: Direzione Regionale Beni Culturali e Paesaggistici della Sardegna

Foto: Barumini.net

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI