Città e cattedrali, il patrimonio culturale ecclesiastico del Piemonte e della Valle d’Aosta si evolve con strumenti all’avanguardia

Stampa

Città e Cattedrali è un progetto nato per valorizzare il patrimonio culturale ecclesiastico del Piemonte e della Valle d’Aosta. Ideato nel 2005 dalla Fondazione CRT e dalle Diocesi del territorio, e si è sviluppato grazie alla collaborazione, il sostegno e la partecipazione della Regione Piemonte, della società Arcus e delle competenti Soprintendenze. L’allora Direzione regionale del MIBACT ha garantito il proprio apporto in tutte le fasi del progetto.

Città e Cattedrali è oggi un Piano di Valorizzazione dei luoghi di storia e di arte sacra aperti e fruibili, organizzati in itinerari di visita geografici e tematici, praticabili anche attraverso la rete grazie al portale www.cittaecattedrali.it.

Città e Cattedrali è un progetto di comunicazione e valorizzazione innovativo e ambizioso, che oggi si arricchisce ancora di più offrendo straordinari strumenti cross mediali all’avanguardia, progettati e realizzati da SHOWBYTE Srl Torino, per la migliore comprensione del patrimonio artistico e devozionale del Piemonte: 14 totem nelle Cattedrali e 3 schermi nei Musei Diocesani, 1 App Audioguida per 17 cattedrali in 3 lingue, 1 APP georeferenziata con iBeacon nelle Cattedrali. E’ un’applicazione fruibile su smartphone e tablet, in versione Ios e Android, in edizioni italiana, francese ed inglese, per proporre in sintesi i punti di interesse essenziali delle 17 cattedrali, in ambito artistico, architettonico e devozionale.

Il totem installato nelle cattedrali del Piemonte è illuminato da una luce led attraverso un tablet, e offre tre contenuti raccontati in italiano, francese, inglese, che illustrano i Beni Culturali del territorio, il lavoro dei volontari e degli addetti ai Beni Culturali delle Curie, e il portale www.cittaecattedrali.it.

Tutto il progetto è stato realizzato scegliendo le tecnologie più avanzate, flessibili e sicure dal punto di vista della continuità del funzionamento.

Città e Cattedrali è un sistema informativo a tema, è una narrazione del territorio, è un progetto partecipativo, è un metodo di organizzazione del volontariato, è una modalità nuova di collaborazione tra enti e istituzioni diverse, è un calendario di eventi, è un possibile metodo di programmazione delle attività ordinarie e straordinarie legate al patrimonio d’arte sacra del Piemonte. Motore ed elemento fondamentale del sistema di fruizione del grandissimo numero di siti culturali ecclesiastici, concentrati nei centri urbani o diffusi sul territorio, sono i volontari, che si sono formati e sono maturati nella consapevolezza del percorso di crescita delle comunità locali e nel senso di appartenenza dei beni culturali e del paesaggio. Il portale www.cittaecattedrali.it rappresenta un elemento fondamentale nel processo di valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico di Piemonte e Valle d’Aosta, uno spazio di presentazione e di interpretazione nel quale, in un’unica visione d’insieme, si possano cogliere le specificità e le chiavi di lettura storico-artistiche e liturgico-devozionali dei luoghi, per un’esperienza di visita consapevole.

Attraverso organizzate e dettagliate schede di approfondimento, contenenti tutte le informazioni utili (dagli orari di apertura, alle distanze tra un sito e l’altro, ai contatti telefonici) il visitatore può così crearsi un suo itinerario nei territori, a partire dalle cattedrali di Aosta, Ivrea, Pinerolo, Susa, Torino, Alba, Cuneo, Fossano, Mondovì, Saluzzo, Alessandria, Acqui Terme, Asti, Casale Monferrato, Tortona, Biella, Novara, Vercelli. Oltre agli itinerari presenti sul sito, nelle giornate di sabato 19 e domenica 20 settembre verrà proposta “Città e Cattedrali a porte aperte”, un’iniziativa che vede l’apertura dei beni inseriti in “Città e Cattedrali”, l’organizzazione di percorsi di visita e itinerari, eventi (musicali, teatrali, reading). L’iniziativa, organizzata in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, sarà l’occasione per valorizzare in particolare il lavoro dei volontari che consentono la fruizione dei luoghi del sacro in Piemonte e in Valle d'Aosta.

 

Fonte: Città e Cattedrali

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI