Workshop di sperimentazione di sistemi 3D avanzati per il rilievo del centro urbano

Stampa

rilievo3d master2014All’interno del Master di II livello in “Analisi, conservazione e valorizzazione dell’architettura storica”, si terrà da venerdì 9 maggio a domenica 11 maggio, nel centro storico di Cagli, il laboratorio didattico outdoor dal titolo “Il rilievo 3d del centro urbano”, un workshop di sperimentazione di sistemi 3D avanzati.

L’Università Politecnica delle Marche, in collaborazione con il Comune di Cagli e l’azienda Leica Geosystem srl, organizzano il laboratorio che vedrà impegnati 14 studenti in attività seminariali, acquisizioni in situ ed elaborazioni, con la supervisione di docenti e tecnici. Verranno impiegate strumentazioni innovative per il rilievo tridimensionale dell’architettura storica e degli aggregati urbani: Sistema Laser Scanner Mobile, Laser Scanner Terrestre PS e ToF, Laser Scanner a triangolazione, Stazione Totale, GPS, Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto e termocamera.

L’integrazione delle acquisizioni image e range based permetteranno in tre giorni di lavoro di ricostruire un importante brano della città al fine di analizzare e valutare le vulnerabilità del centro storico. L’eccellente collaborazione con il vicesindaco Alberto Mazzacchera, ci ha permesso di trovare in Cagli il campo di applicazione ideale, essendo un esempio tipologico urbano particolarmente rappresentativo dei centri storici minori di cui la nostra regione è piena.

 

Scarica il programma

 

Il Master di II livello in “Analisi, conservazione e valorizzazione dell’architettura storica”, organizzato dall’UNIVPM-DICEA, coordinato dai proff. Paolo Clini e Stefano Lenci, è finanziato dalla Regione Marche e inserito nel Catalogo Interregionale Altaformazione. Esso propone la formazione su tecnologie innovative e di avanguardia nel settore dell’analisi,, della diagnostica e della valorizzazione dei Beni Storico-Architettonici, attraverso il quadro delle competenze e ricerche maturate dall’Univpm e il partenariato con aziende leader nel settore. In particolare le tecnologie laser terrestri e mobile e quelle fotogrammetriche supportate da un innovativo quadro diagnostico su materiali e strutture permetteranno di fornire allo studente competenze elevate nell’ambito della filiera analisi/diagnostica/restauro con particolare riferimento ad avanzate metodiche di calcolo di vulnerabilità sismica di manufatti e interi centri storici nella logica, da un lato, della prevenzione, dall’altro della scelta delle migliori e più opportune metodiche di intervento sul patrimonio storico architettonico danneggiato. Le scelte metodico-progettuali saranno analizzate e valutate anche nella direzione di una valorizzazione economica del Bene congruente con le caratteristiche del manufatto e i suoi possibili stati d’uso.

 

Link al catalogo

 

 

 

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI