Master of Sciences in Cultural Heritage Materials & Technologies CultTech 2016

Stampa

Sono aperte le candidature per l'anno accademico 2016-2017 del Master of Sciences in Cultural Heritage Materials & Technologies (CultTech). Il master è organizzato dal Dipartimento di Stria, Archeologia e Gestione delle risorse Culturali, l’Università del Peloponneso, in collaborazione con il Centro Nazionale per la Ricerca Scientifica Demokritos, il Navarino Environmental Observatory e con key lecturer da istituzioni accademiche dalla Grecia.

Il master inizierà ad ottobre 2016 a Kalamata, in Grecia per una durata di 3 semestri (due semestri di corsi di insegnamento e uno per la tesi finale). La lingua ufficiale sarà l’inglese.

Gli studi nel campo multidisciplinare dei Beni Culturali e della scienza e della tecnologia offrono il grande potenziale di un moderno e bilanciato programma educativo. Forniscono anche una piattaforma ideale per gli approcci olistici che sono garantiti della mescolanza creativa di metodologie innovative con la scienza archeologica, l'archeometria e le tecnologie per i beni culturali.

Il master è rivolto a studenti provenienti dai settori dell’archeologia, della gestione del patrimonio culturale, della conservazione, delle scienze dei materiali e ingegneria.
CulTech opera nel Peloponneso che ospita una grande quantità di siti storici ed archeologici e monumenti. Un'obiettivo chiave per CultTech è l'orientamento verso attività che offrano formazione in ricerca post-graduate e la realizzazione di una tesi strettamente correlata nell'ambito di progetti di ricerca in corso.

La scadenza per le candidature è il 31 Agosto 2015.

 

Ulteriori informazioni su http://culttech.uop.gr/

 

Fonte: CultTech

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI