Aperte le iscrizioni alla terza edizione di Makars, Scuola di Fabbricazione Digitale per i Beni Culturali

Stampa

Makars è la prima Scuola in Italia di Fabbricazione Digitale per i Beni Culturali, nata dall'esperienza di 3D ArcheoLab con il sostegno di professionisti e importanti aziende del settore. Questa terza edizione di Makars si svolgerà a Parma presso il FabLab Parma, in Strada Naviglio Alto 4/1.

La Scuola Makars ha una durata di quattordici settimane, delle quali nove di corsi e cinque di studio individuale per l’elaborazione del project work conclusivo. Il programma prevede due o tre giorni di lezione full-immersion ogni settimana con orario 9,30-13 e 14-17,30. In totale le ore di lezione sono 150, delle quali 32 di lezioni frontali e 118 di attività pratiche di laboratorio.
Al termine dei corsi ogni partecipante avrà cinque settimane di tempo per sviluppare un project work in cui applicare le competenze apprese. Il giorno della consegna dei Diplomi ogni partecipante esporrà i risultati del proprio progetto.
Ai partecipanti di Makars è garantito l’accesso agli spazi del FabLab di Parma, accessibile ogni giorno per tutta la durata della Scuola, e l’utilizzo delle attrezzature a disposizione della Scuola.
Durante tutto il periodo della Scuola saranno sempre a disposizione un coordinatore scientifico e un tutor tecnico per risolvere qualsiasi dubbio o perplessità sui contenuti e sulle attività.

Lezioni: 9 gennaio 2017 – 7 marzo 2017
Project work: 8 marzo 2017 – 11 aprile 2017
Discussione finale e consegna dei Diplomi: 12 aprile 2017

Nella scuola si impara a:
• utilizzare le tecnologie di Fabbricazione Digitale nel campo dei Beni Culturali: nel restauro, nella catalogazione, nella didattica, nella divulgazione, nell’accessibilità museale, nel merchandising
• realizzare un modello 3D a colori e metricamente corretto utilizzando tecniche e strumenti differenti
• realizzare un modello 3D partendo da immagini digitali, utilizzando soluzioni software sia open source, che proprietarie
• utilizzare differenti scanner 3D per rilevare reperti, statue, elementi architettonici e superfici pittoriche
• utilizzare Blender un programma open source di modellazione 3D
• utilizzare ZBrush un programma di scultura digitale
• pubblicare on-line un modello digitale 3D
• preparare un modello digitale per essere riprodotto con le tecnologie di Fabbricazione Digitale
• stampare in 3D utilizzando tecnologie differenti: FDM/FFF – Fused Filaments Fabrication, DLP – Digital Light Processing, CJP – Color Jet Printing e ceramica
• utilizzare una fresatrice e una laser cutter

Maggiori info sul sito web della Scuola: www.mak.ars.it

Fonte: Makars

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI