Smart innovation e patrimonio culturale

Stampa

smart innovationSi svolge oggi presso la Camera di Commercio di Napoli il Convegno "Smart Innovatione Patrimonio Culturale" che ha l'obiettivo di evidenziare il ruolo che il mondo Campano delle Istituzioni, della Ricerca e dell’Industria deve giocare nel governare le politiche di intervento per la conservazione, fruizione e valorizzazione del patrimonio culturale.

In tale contesto, i concetti di “Smart Innovation” e “Smart Technologies” rappresentano assi portanti della strategia che la Unione Europea sta proponendo con il programma Horizon 2020 e una opportunità industriale nella valorizzazione del patrimonio culturale stesso, assicurando in tal modo ritorni economici e sociali duraturi. In questa visione, il patrimonio culturale viene visto come  integrato nell’ambiente circostante e correlato allo sviluppo del territorio e delle attività produttive, commerciali e turistiche che in esso insistono.

Programma Preliminare

 

Ore 8,30 – Registrazione Partecipanti

 


Ore 9,00 – Saluti istituzionali

 

 


Ore 9,30 - Tavola Rotonda: Il patrimonio negato

 

Nella Regione Campania esiste un immenso patrimonio culturale che troppo spesso degrado e condizioni di scarsa sicurezza hanno cancellato dalla nostra memoria. Esso, invece, deve essere riconsegnato al territorio non solo per la creazione di luoghi di incontro e socializzazione ma anche come motore di sviluppo commerciale e turistico.

Ne discutono:

 

 

Coordina: Dott. Alfonso Ruffo – Direttore del Il Denaro

 

Conclude: Prof. Guido Trombetti - Assessore Università e Ricerca scientifica della Regione Campania

 


Ore 11,30 – Coffee Break

 


Ore 11,45 – Tavola Rotonda: Un patrimonio da preservare per le future generazioni

 

La Regione Campania è un bacino culturale ed artistico d’incredibile ricchezza e suggestione, con un patrimonio che può essere una fonte importante di risorse da trasformare in potenziale economico per le nuove generazioni. Per raggiungere tale obiettivo, il nostro patrimonio deve essere prioritariamente rispettato e salvaguardato con politiche e programmi rivolti soprattutto alle future generazioni che siano contraddistinti da un forte impegno sinergico delle istituzioni, dell’università, del mondo della ricerca e delle imprese. 

 

Ne discutono:

 

 

Coordina: Dott. Gianni Ambrosino  – Direttore Canale 21

 

Conclude: On. Dott. Stefano Caldoro – Presidente Regione Campania

 


Ore 14,00 – Lunch

 

BROCHURE

 

Il covengo è organizzato da DATABENC (Ditretto ad Alta TecnologiA dei BENi Culturali con il patrociinio della Regione Campania e sponsorizzato da CONFAPI, Banca Popolare del mediterraneo e StudioImpresa Ricerca e sviluppo.

www.databenc.it 

 

 

Fonte: DATABENC

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI