Online il programma preliminare di ARQUEOLÓGICA 2.0

Stampa

Dal 5 al 7 Settembre 2016 a Valencia, in Spagna, si svolgerà ARQUEOLÓGICA 2.0 il Congresso Internazionale su Archeologia, Computer Grafica, Beni Culturali e Innovazione, giunto quest'anno  all'ottava edizione e dedicato al tema "Documentazione 3D avanzata, modellazione e ricostruzione di oggetti beniculturali, dei monumenti e di siti".

L'evento è organizzato dalla Società Spagnola di Archeologia Virtuale (SEAV), il Virtual Archaeology International Network (INNOVA), e l'Università Politecnica di Valencia in collaborazione con CIPA Heritage Documentation.
Durante il Congresso verranno presentati i recenti casi di studio ed applicazioni relativi all'acquisizione di dati con rilievo metrico, fotogrammetria, telerilevamento e tecnologie geofisiche, modellazione 3D di oggetti, monumenti e siti, conservazione e restauro virtuale, archeologia e architettura virtuale, musei e mostre virtuali, gaming, social media, etc.

La Conferenza è organizzata nelle seguenti sessioni:
- Colour and space in Cultural Heritage (COSCH)
- 3D modelling
- Documentation of Cultural Heritage
- Virtual reconstruction
- Virtual conservation & restoration. Internet technologies and social
- Virtual Archaeology
- Data Acquisition
- virtual Museums

Sono previste inoltre sessioni Poster, Demo sessioni tecniche. Prima dell'evento, dal 30 Agosto al 4 Settembre si svolgerà la terza edizione della CIPA Heritage Documentation Summer School: Cultural Heritage 3D Surveying & Modelling.

Consulta il programma Preliminare

ApprofondisciARQUEOLÓGICA 2.0: 3 keynote speaker al Congresso dedicato ad Archeologia Computer Grafica Beni Culturali e Innovazione

 

Fonte: ARQUEOLÓGICA 2.0

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI