Nuove opportunità di sviluppo per il Green Building Council Italia

Nuove opportunità di sviluppo per il Green Building Council Italia

Stampa

Il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara ospita la presentazione delle nuove opportunità di sviluppo dell’Associazione Green Building Council Italia, da sempre impegnata nel favorire ed accelerare la diffusione di una cultura dell’edilizia sostenibile.

Nell’ambito dell’incontro saranno presenti il Presidente dell’Associazione, Gianni Silvestrini, e il Direttore operativo, Marco Caffi, che approfondiranno il ruolo dei GBC in Europa per un coordinato sviluppo sostenibile dell’edilizia. I protocolli di sostenibilità saranno oggetto di un approfondimento specifico da parte di Andrea Fornasiero, in qualità di Presidente dei Comitati, e di Manuela Ojan referente per la certificazione di GBC Italia. Le opportunità per avviare un processo di ricostruzione post-sisma con caratteri di sostenibilità saranno invece evidenziate da Marcello Balzani e Andrea Contri, in rappresentanza del Chapter Emilia Romagna.

Infine, Thomas Miorin, referente comunicazione ed eventi, presenterà le opportunità offerte da ‘Greenbuild Europe & Mediterranean’, evento dedicato alla formazione e comunicazione nell’ambito della sostenibilità nel mondo delle costruzioni che si terrà a Verona tra il 14 e il 16 ottobre 2015.

Seguirà la presentazione del libro “2°C (due gradi). Innovazioni radicali per vincere la sfida del clima e trasformare l’economia” di Gianni Silvestrini.

Il Convegno si svolgerà Venerdì 27 Marzo 2015 dalle ore 14.00 alle ore 18.00 presso la Sala Conferenze del Laboratorio TEKNEHUB in via Saragat, 13 a Ferrara.

 

SCARICA IL PROGRAMMA

Per ulteriori informazioni in merito:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Fonte: Salone del Restauro di Ferrara, Ordine degli Architetti di Ferrara

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.

Abbonatevi CLICCANDO QUI