La scoperta del caposaldo B della base geodetica di Secchi (XIX sec.)

Stampa

appia conferenzaIl Parco Regionale dell’Appia Antica organizza la conferenza straordinaria di "I Colloqui di Cancelli aperti  2012-2013" dal titolo "La scoperta del caposaldo B della base geodetica di Secchi (XIX sec.)". La conferenza si svolgerà sabato 2 marzo 2013 alle ore 15.30 presso la Sala Conferenze in Via Appia Antica, 42

Il 12 gennaio scorso è ritornato alla luce al centro della via Appia Antica, in località Frattocchie (comune di Marino), il blocco di pietra indicante il punto finale della base geodetica di Secchi misurata nel 1854-1855. Manufatto di archeologia geodetica che rappresenta un fondamentale punto di riferimento per le misure cartografiche che si svolsero lungo l’Appia Antica dalla metà del XVIII sec. con i gesuiti Boscovich e Maire fino al 1870 con la misura di un meridiano per lo studio della forma della Terra nella fascia centrale dell’Europa.

Durante l' evento saranno presenti tutti i protagonisti della scoperta e verranno discusse le possibili attività di fruizione e rivalutazione di questo patrimonio scientifico custodito in maniera quasi invisibile tra le antiche vestigia della Regina Viarum:

Dr.ssa A. Rossi, direttore Parco Regionale dell’Appia Antica

Dr. A. Betori, Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio

Dr.ssa C. Rossetti, archeologa Uff. Comunicazione Parco Regionale dell’Appia Antica

Dr. T. Aebischer (coordinatore del progetto), prof.ssa E. Pettinelli, prof. A. Altamore, dr. P.M. Barone (Dip. Mat. e Fisica, Univ. di Roma Tre); pres. R. Arioli, dr.ssa R. Lunetta (circolo Legambiente Appia sud il Riccio); geom. F. Zonetti, dr. M. Miranda (e42.it), M. Marcelli (Sovraintendenza Capitolina)

 

Ingresso ai possessori della Carta Amici fino a esaurimento dei posti.

Come arrivare: La sede del Parco è raggiungibile con le linee 118 e 218, che transitano su via Appia Antica.

Parcheggio: interno entrando a via Appia Antica, 50 (accanto fontanella).

 

Per ulteriori informazioni: 065135316, email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Fonte: Redazionale

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI