NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Giovedì, 18 Settembre 2014 09:47

Il traffico illegale dei beni culturali, tre incontri a Cagliari, Sassari, Paestum

traffico-illegale-beni-culturali

Nell’ambito del progetto Archeomedsites, cofinanziato dal Programma di cooperazione transfrontaliera ENPI CBC MED 2007-2013, danno il via ad un autunno pieno di iniziative tre seminari dal titolo “ Il traffico illegale dei beni culturali: l’esperienza del Comando dei Carabinieri per la tutela del patrimonio culturale”, rispettivamente a Cagliari il 1 ottobre presso la Cittadella dei Musei – Aula Rossa, a Sassari il 2 ottobre presso l’ Aula Magna dell’Università – Piazza Università, a Paestum il 30 ottobre presso il Museo Archeologico Nazionale nell’ambito della Borsa Mediterranea del turismo archeologico.

L’iniziativa, fortemente voluta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, attraverso il Servizio V architettura e arte contemporanee della Pabaac, capofila del progetto, in collaborazione con i partner del progetto, assume un’importanza di rilevanza quanto mai attuale in tema del traffico illegale dei beni culturali a livello internazionale. Si parlerà, tra le altre, di “Cooperazione transfrontaliera come strumento per la valorizzazione del patrimonio culturale: il progetto ARCHEOMEDSITES”, di “Problematiche di tutela delle aree di interesse archeologico e attività del CCTPC per fronteggiare lo scavo clandestino e l’impossessamento di beni culturali appartenenti allo Stato”, di esperienze e testimonianze in situ.

Ne discuteranno esperti di settore, tra cui, Michele Colavito, Project Manager Archeomedsites, il Cap. Carmine Elefante, Comando Nucleo Carabinieri per la tutela del patrimonio culturale di Napoli, il Cap. Paolo Montorsi Comando Nucleo Carabinieri per la tutela del patrimonio culturale di Sassari, Adele Campanelli, Soprintendente per i Beni Archeologici delle Province di SA, AV, BN, CE, Marina Cipriani, Direttore Museo e Area Archeologica di Paestum, Maria Tommasa Granese, Direttore Area Archeologica di Velia, Giovanna Pietra, Elena Romoli, Soprintendenza per i beni archeologici di Cagliari e Oristano, professori universitari, esponenti di istituzioni internazionali. Segue programma dettagliato dei singoli eventi.

 

Programma Paestum 30 ottobre 2014

Museo Archeologico Nazionale di Paestum, Via Magna Grecia 919, Capaccio Paestum

9.30 Accoglienza e registrazione dei partecipanti

10.00 “La cooperazione transfrontaliera come strumento per la valorizzazione del patrimonio culturale: il progetto ARCHEOMEDSITES” Michele Colavito Project Manager di ARCHEOMEDSITES

10.30 “Problematiche di tutela delle aree di interesse archeologico e attività del CCTPC per fronteggiare lo scavo clandestino e l’impossessamento di beni culturali appartenenti allo Stato” Cap. Carmine Elefante Comando Nucleo Carabinieri per la tutela del patrimonio culturale di Napoli

13.30 Dibattito

14.00 Pausa

14.30 “Concertazione e sviluppo dei territori: l’occasione della valorizzazione del patrimonio archeologico” Adele Campanelli, Soprintendente per i Beni Archeologici delle Province di SA, AV, BN, CE “I siti archeologici di Paestum e Velia: stato dell’arte e prospettive di valorizzazione” Marina Cipriani, Direttore Museo e Area Archeologica di Paestum Maria Tommasa Granese, Direttore Area Archeologica di Velia

15.30 Dibattito

16.00 Chiusura dei lavori

 

Programma Cagliari 1 ottobre 2014

Cagliari, Cittadella dei Musei – Aula Rossa Piazza Arsenale 1

9.30 Accoglienza e registrazione dei partecipanti

10.00 “Le politiche europee di vicinato: l’esperienza del Programma ENPI CBC MED 2007-2013 e le prospettive nel quadro della programmazione 2014-2020” Anna Catte, Regione Sardegna – Autorità di Gestione Congiunta del Programma ENPI CBC MED 2007-2013

10.30 “La cooperazione transfrontaliera come strumento per la valorizzazione del patrimonio culturale: il progetto ARCHEOMEDSITES” Michele Colavito Project Manager di ARCHEOMEDSITES

11.00 “Problematiche di tutela delle aree di interesse archeologico e attività del CCTPC per fronteggiare lo scavo clandestino e l’impossessamento di beni culturali appartenenti allo Stato” Cap. Paolo Montorsi Comando Nucleo Carabinieri per la tutela del patrimonio culturale di Sassari 1

3.30 Dibattito

14.00 Pausa

14.30 “Il progetto di restauro e di valorizzazione dell'area archeologica di Tuvixeddu, Cagliari” Giovanna Pietra, Elena Romoli, Soprintendenza per i beni archeologici di Cagliari e Oristano

15.30 Dibattito

16.00 Chiusura dei lavori

 

Programma Sassari 2 ottobre 2014

Sassari, Aula Magna dell’Università – Piazza Università

9.30 Accoglienza e registrazione dei partecipanti

10.00 “La cooperazione transfrontaliera come strumento per la valorizzazione del patrimonio culturale: il progetto ARCHEOMEDSITES” Michele Colavito Project Manager di ARCHEOMEDSITES

10.30 “Problematiche di tutela delle aree di interesse archeologico e attività del CCTPC per fronteggiare lo scavo clandestino e l’impossessamento di beni culturali appartenenti allo Stato” Cap. Paolo Montorsi Comando Nucleo Carabinieri per la tutela del patrimonio culturale di Sassari

13.30 Dibattito

14.00 Pausa

14.30 Intervento a cura di: Michele Guirguis, Antonfranco Temussi Università degli Studi di Sassari “Il progetto Archeomedsites e il sito di Monte Sirai tra ricerca, valorizzazione e divulgazione: stato dell’arte e prospettive”

15.00 Intervento a cura di: Pier Giorgio Spanu, Raimondo Zucca Università degli Studi di Sassari “Le attività archeologiche dell’Ateneo Turritano in Tunisia: le ricerche a Nabeul/Neapolis”

15.30 Dibattito

16.00 Chiusura dei lavori

 

Contatti e Info: 

www.archeomedsites.com

www.pabaac.beniculturali.it

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Fonte: MiBACT

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:35

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo