Il GIS per la tutela dei beni culturali alla Conferenza ESRI Italia 2015

Stampa

La Conferenza Esri Italia 2015 si svolgerà  il 15 e 16 aprile presso l’Ergife Palace Hotel di Roma.La Conferenza Esri Italia è il più importante appuntamento per imprese, pubbliche amministrazioni, ricercatori, professionisti e appassionati delle tecnologie GIS che raccoglie da oltre 15 anni l’interesse di migliaia di persone.

L’evento continua la tradizione della Conferenza Italiana Utenti Esri che quest’anno compie 16 anni e giunge in occasione del 25° anniversario della nascita di Esri Italia.

Due giorni di incontri, workshop, eventi, spazi espositivi, dedicati al potere dell’informazione geografica, nel lavoro e nella vita quotidiana, che accompagneranno i visitatori alla scoperta delle novità della tecnologia Esri e della Piattaforma ArcGIS: l'intelligenza oltre la mappa.

 

Trasporti, energia, utility, business, ambiente, pianificazione territoriale, beni culturali, rischi ed emergenze umanitarie: ormai in ogni settore l’informazione geografica è diventata cruciale per la definizione di azioni e strategie.

La Conferenza Esri Italia 2015 offrirà un quadro articolato dell’applicazioni del GIS nei diversi settori (economici, ambientali, sociali) chiamando a discuterne i rappresentanti di aziende, istituzioni, università ed enti di ricerca, attraverso la presentazione di case history e best practice, per dimostrare come la tecnologia dell’informazione geografica sia ormai diventata un fattore imprescindibile.

Tante le sessioni tematiche dedicate ai vari settori di applicazione del GIS:

- Mobilità e qualità della vita
- Utility: case history e soluzioni
- Uso e consumo di suolo: analisi e controllo
- Ambiente: tutela e gestione delle risorse
- Dati e metadati: gestione e organizzazione
- Analisi e modelli della società
- Il GIS a supporto della tutela dei beni culturali
- Città e territorio: indagini, casi studio, esperienze
- Gestione del rischio e delle emergenze

 

La sessione "Il GIS a supporto della tutela dei beni culturali" prevederà i seguenti interventi:

- Il GIS per la gestione del archeologico. Il caso di Rocchicella di Mineo - Sebastiano Muratore, Università degli Studi di Catania

- I templi megalitici di Malta in un completo progetto GIS archeologico - Elvio Moretti, Università degli Studi di Urbino

-GIS e beni culturali: nuove opportunità nell'analisi delle patologie di degrado dei materiali - Francesco Miraglia, Seconda Università degli Studi di Napoli

- VISU: il sistema informativo integrato sulle trasformazioni urbane di Venezia - Alessandra Ferrighi, Università IUAV di Venezia

- Superfici pittoriche e supporti: GIS analysis, caratterizzazione e monitoraggio - Sara Bertozzi, Università degli Studi di Urbino

 

Chair: Michele Fasolo, Archeomatica

 


ISCRIVITI

La partecipazione all'evento è gratuita


Guarda il programma di tutte le sessioni

Vai alla pagina della Conferenza


Per ulteriori informazioni contatta la Segreteria Organizzativa:

tel. 06/40696850
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Fonte: Esri Italia

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI