Due Convegni dedicati al lavoro nei beni culturali

Stampa

scavo archeologico scuolaSegnaliamo due convegni che si svolgeranno nelle prossime settimane e dedicati alle professionalità nel settore dei beni culturali e le prospettive future di questo ambito di lavoro.

 

“Lavorare nei beni culturali: sviluppo e tutela delle professionalità”

Giovedì 12 dicembre 2013 - ore 10,00-13,00 / 15,00-17,30
Roma, Museo di Roma, Piazza di S. Pantaleo, 10
Palazzo Braschi, Sala Torlonia, II piano

 

L’iniziativa promossa dalla sezione regionale ANAI Lazio in collaborazione con l’AIB sezione Lazio e ICOM coordinamento regionale Lazio, intende avviare un dialogo costruttivo tra le maggiori associazioni di professionisti che lavorano nell’ambito dei beni culturali, per evidenziare le aspettative di analogia e di eterogeneità tra le professioni che operano negli archivi, nelle biblioteche e nei musei. 

Il Lazio, regione ricca di patrimoni culturali di risonanza mondiale, può diventare il centro catalizzatore delle analisi riguardanti la gestione dei patrimoni e le risorse professionali che operano attorno ad essi.
Questa giornata di incontro, auspicabilmente la prima di una serie, è incentrata sulle problematiche e sulle nuove prospettive di sviluppo delle professionalità alla luce della normativa vigente, in particolare sugli istituti giuridici che emergono dalle leggi sul mercato dei lavoro (DL 92/2012, DL 76/2013) e sul tema della certificazione professionale (L. 4/2013).
Sono invitati a partecipare gli operatori del settore, gli amministratori, i liberi professionisti e gli studenti.

Modalità di partecipazione: 

Sessione del mattino: per partecipare all’incontro sulle professionalità è necessario spedire il modulo d'iscrizione allegato via email entro il 10 dicembre a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. La partecipazione all’incontro è gratuita. Ai partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Sessione del pomeriggio: per partecipare alla visita ai patrimoni del Museo di Roma è necessario una prescrizione entro il 10 dicembre, per motivi organizzativi limitata a 30 persone, inviando un’email a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
La visita è gratuita. L’ingresso è in piazza S. Pantaleo, 10 e l’appuntamento è per le ore 14,50.

Dalle ore 14 è prevista l’Assemblea della sezione Lazio, nella quale verranno deliberati il bilancio consuntivo per l’anno 2013 e quello preventivo per l’anno 2014 come da decisione deliberata nell’ultima assemblea nazionale.

 

Programma

 

 

Convegno "Le professioni dei beni culturali: affinità, differenze, sviluppi futuri"

 

MAB Friuli Venezia Giulia - Università degli studi di Trieste - Comune di Trieste

13 dicembre 2013

 

Auditorium Revoltella, Via A. Diaz - Trieste

Stato dell'arte e scenari futuro. Professioni a rischio e nuove competenze. Integrazione e formazione. Sono soltanto alcuni dei temi che verranno trattati al convegno Le professioni dei beni culturali: affinità, differenze, sviluppi futuri, organizzato dalle principali associazioni professionali nazionali dei beni culturali, Icom Italia con ANAI e AIB, attraverso il Coordinamento MAB (Musei Archivi Biblioteche). L'obiettivo è di progettare nuovi percorsi formativi che garantiscano un aggiornamento costante, definendo le competenze comuni dei professionisti del settore dei beni culturali, nonché i principi generali e i metodi delle discipline su cui possono collaborare per la formazione.

Programma

  

Fonte: ICOM-Italia

 

Leggi anche: I prossimi eventi di ICOM Italia

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI