China Italy Innovation Forum edizione 2013

Stampa

 

china italy innovation forumL’edizione 2013 del China Italy Innovation Forum – SIEE sarà inaugurata a Pechino il 14 novembre dai Ministri Maria Chiara Carrozza e Wang Gang. Il programma prevede una sessione di incontri one-to-one tra operatori italiani e cinesi, missioni aziendali, tavoli di lavoro intersettoriali su tematiche specifiche, a cui potranno partecipare gratuitamente aziende, centri di ricerca, università, distretti innovativi, cluster impresa-ricerca, parchi scientifici e tecnologici. Città smart e sostenibili, tecnologie e innovazione per l’ambiente e il territorio, servizi di e-government, biotecnologie ed e-health, applicazioni per il patrimonio culturale, nuovi materiali e industrial design, chimica verde, smart communities, trasporti, aerospazio: sono i settori su cui la Cina sta investendo e su cui le competenze italiane possono trasformarsi in business. Il Forum sulle Smart City – organizzato da ICE Agenzia e dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, in collaborazione con ENEA e Città della Scienza – sarà il fulcro del dibattito istituzionale tra i due Paesi, mettendo a confronto casi concreti, tecnologie, politiche di sviluppo e progetti avveniristici.

LA PARTECIPAZIONE ALL’EVENTO È GRATUITA PER GLI OPERATORI ITALIANI, CHE POTRANNO ISCRIVERSI ENTRO IL 30 SETTEMBRE INVIANDO LA SCHEDA DI ADESIONE E IL PROFILE FORM DEBITAMENTE COMPILATI ALL’INDIRIZZO: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Una prima lista di soggetti partecipanti sarà completata entro il 20 settembre: è pertanto raccomandato inviare la scheda di adesione e il profile form in tempi brevi.info: 081 18995348

 

Ulteriori informazioni

 

Fonte: Città della Scienza

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI