ArcheoFOSS 2016 - XI Workshop Free/Libre and Open Source Software e Open Format nei processi di ricerca archeologica e territoriale

Stampa

Dal 7 al 9 Ottobre 2016 si svolgerà presso il Dipartimento di Storia, Beni Culturali e Territorio dell’Università degli Studi di Cagliari il convegno Conoscere per comunicare. Strumenti e tecnologie open per l’analisi e la condivisione del patrimonio culturale e territoriale.

Il Convegno accoglie per la prima volta in un unico evento gli incontri annuali di ArcheoFOSS e dell’Associazione Italiana per il Software Geografico Libero – GFOSS.it, avendo convenuto che esiste una visione comune alle due realtà che farà da filo conduttore di questa edizione.
Tale filo conduttore porterà, durante i tre giorni dell’evento, ad esplorare ed evidenziare le diverse possibilità di trattare le conoscenze del patrimonio culturale e territoriale, attraverso gli strumenti open source che rivestono un ruolo sempre più importante per l’acquisizione, gestione e valorizzazione dell’informazione culturale, anche dal punto di vista territoriale e geografico.


Il workshop ArcheoFOSS giunge quest’anno alla sua XI edizione, dopo i precedenti incontri nelle sedi delle Università di Siena (2006), Padova (2008), Foggia (2011), Napoli (2012), Catania (2013), Verona (2014), del gruppo ricerche di Genova (2007) e nelle sedi del CNR di Roma (2010) e della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma (2011).
Il GFOSS DAY è il principale evento organizzato dall’Associazione GFOSS.it e quest’anno giunge alla sua IX edizione dopo essersi svolto ed organizzato anche sotto gli auspici di Università Ancona, Bologna, Foggia) ed enti della Pubblica Amministrazione (Regione Emilia Romagna, Regione Piemonte).
Progamma

L’evento si sviluppa su tre giorni e prevede nel primo giorno (7 ottobre) una serie di workshop paralleli dedicati a software open source di argomento sia specificamente geografico sia di utilizzo nel campo dei beni archeologici e culturali in genere.
Il secondo giorno (8 ottobre) comprende relazioni generali ad invito che faranno il punto su argomenti di interesse generale (quadro normativo su riuso dei dati pubblici, sviluppo dell’open source anche geografico nel campo dei beni culturali, ecc…) e sessioni tematiche parallele.
Il terzo giorno (9 ottobre) è dedicato ad attività operative come il mapping party in città a cura dell’associazione Sardina Open Data, lo sviluppo collaborativo di software o traduzioni, la creazione di contenuti liberi sulle piattaforme libere Wikipedia, Wikidata e Wikimedia Commons.


Linee tematiche

Le linee tematiche del Convegno sono le seguenti e potranno corrispondere ad altrettante sessioni:

    Sistemi e strumenti FLOSS nella ricerca archeologica e relativa ai beni culturali e territoriali
    Sistemi e strumenti FLOSS nella gestione, tutela e valorizzazione del patrimonio archeologico, dei beni culturali e territoriali
    Sistemi FLOSS di rappresentazione, analisi, condivisione e pubblicazione web di dati archeologici, dei beni culturali e territoriali
    Progetti di apertura e divulgazione di dati archeologici e relativi ai beni culturali e territoriali
    Casi di studio basati sull’utilizzo di software geografico libero per la creazione/distribuzione/diffusione di dati territoriali
    Esperienze di condivisione, divulgazione ed apertura dei dati geografici: aspetti culturali, tecnologici e legali
    Esperienze innovative delle Istituzioni (Università, Scuole Tecniche, Ordini professionali, PA, ecc) basate sull’utilizzo di software geografico libero e/o migrazioni da software proprietari e/o sistemi ibridi
    CrowdMapping: esperienze di raccolta di dati georiferiti disponibili per il riuso
    (VGI – Volunteered Geographic Information)
    Esperienze di creazione e riuso di Open Data Geografici.

Workshop

Sono già previsti i seguenti workshop tematici curati da professionisti:

    RTKLIB: un software open source per posizionamento GNSS
    QGIS
    pyArchinit: un software open source per la gestione di dati archeologici

Sono in corso di definizione altri workshop quali:

    OpenStreetMap: mappa partecipata e collaborativa dei beni comuni e culturali
    Wikipedia e gli strumenti di valorizzazione e condivisione della conoscenza

Presentazione proposte

Chi desidera presentare un contributo deve inviare la propria proposta, tramite il modulo di presentazione scaricabile ai link in calce, all’indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I contributi approvati per la partecipazione verranno inseriti nel programma in base al contenuto proposto, alla tipologia di intervento (poster, presentazione orale, presentazione breve) e al numero di proposte pervenute.
Proceedings

È prevista la pubblicazione in formato elettronico e open access degli Atti di questo Convegno in una sede editoriale idonea. Tutti i lavori proposti per la pubblicazione saranno preliminarmente sottoposti a peer review.

 

Vai al sito dell'evento

 

Fonte: ARCHEOFOSS

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI