“Trame di Lunigiana” tra i 10 finalisti del concorso ARS

Stampa

trame lunigianaGeographike, in collaborazione con gli altri 7 partner del progetto “Trame di Lunigiana”, è tra i finalisti di ARS - Arte che realizza occupazione sociale, il concorso che il 28 ottobre premierà a Roma nel corso di una serata evento a Palazzo Barberini la migliore idea che crea occupazione sociale economicamente sostenibile valorizzando il patrimonio artistico del nostro Paese. 

Il progetto entrato nella top ten dei finalisti, ha come focus la valorizzazione della Rete di Castelli della Lunigiana attraverso l’implementazione e la diversificazione delle modalità di scoperta e permanenza sul territorio grazie a mezzi tradizionali e innovativi. In questo contesto, Geographike mette a disposizione del team di lavoro la propria esperienza, supportando il progetto sia da un punto di vista tecnologico che di conoscenza geografica del territorio.

In attesa dell’evento di premiazione che decreterà il vincitore del concorso, l’essere entrati nella top ten dei finalisti tra gli oltre 500 partecipanti, è per Geographike l’ennesimo riconoscimento del valore dato dall’azienda all’innovazione e alle nuove tecnologie applicate al territorio.

Negli ultimi cinque anni Geographike ha infatti posto particolare attenzione a seguire le innovazioni e le tendenze tecnologiche del settore della geomatica. 

In particolare ha sviluppato competenze specialistiche in settori d’avanguardia come l’uso di droni per la fotogrammetria e la ricostruzione tridimensionale (tra i progetti realizzati lo studio di Poggio alla Regina pubblicato nel numero 1/2013 di Archeomatica) e lo sviluppo di applicazioni per dispositivi mobili mirate a valorizzare la contestualizzazione geografica delle informazioni per turismo, outdoor, cartografia tematica e tutti ambiti che trovano un legame con il territorio.

 

Ulteriori informazioni: Trame di Lunigiana

 

Fonte: Geographike

 

 

 

 

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI