Tecnologie non distruttive, indagare le aree archeologiche prima di scavare con i nuovi georadar GSSI

Stampa

I nuovi georadar individuano reperti sepolti, vuoti e cavità nascoste, senza scavi. Ampia è la letteratura sull’uso dei georadar in archeologia, per individuare le zone più rilevanti PRIMA di effettuare gli scavi o di intervenire su strutture o manufatti. Lo stesso MiBACT si è dotato recentemente del più preciso georadar in commercio per il rilievo su murature, colonne e statue: lo StructureScan Mini XT, prodotto da GSSI.

I diversi modelli di georadar rilevano a diverse profondità, così si sceglie la configurazione più adatta all’applicazione. E con il noleggio dei diversi sistemi, i costi diventano davvero ridotti e proporzionali al lavoro da svolgere.

Il nuovo modello georadar UtilityScan è dedicato a rilevare il sottosuolo, fino a 10 metri (a seconda delle condizioni del terreno).
E’ uno strumento incredibilmente compatto. Solo 15 chili, senza cavi, si ripiega fino alle dimensioni di un bagaglio a mano. Le sue capacità sono all’avanguardia: rileva il sotto-suolo e localizza reperti e cavità con prestazioni eccezionali.
L’elaborazione del dato georadar è molto semplice per un tecnico che abbia seguito un breve corso in Codevintec.
Guarda i video dei georadar GSSI sul canale YouTube Codevintec nella playlist Geofisica Terrestre - Georadar

Informazioni tecniche: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.codevintec.it

structure scann georadar GSSI archeologia

I sistemi GSSI sono rappresentati in Italia in esclusiva da Codevintec.

Chi è Codevintec?
Codevintec è riferimento per strumenti ad alta tecnologia nelle Scienze della Terra e del Mare:

Per ulteriori informazioni:
www.codevintec.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI