NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

itzh-CNenfrdejaptrues
Archeologi versus Computer. Il caso della classificazione della ceramica decorata del sud-ovest degli Stati Uniti.

Archeologi versus Computer. Il caso della classificazione della ceramica decorata del sud-ovest degli Stati Uniti.

Un interessante approccio, innovativo e alternativo, per la classificazione dei frammenti ceramici viene proposto da Leszek M.Pawlowicz  e Christian E.Downum, ricercatori  del Dipartimento di Antropologia della Northern Arizona University. In uno studio che appare nel volume 130 del Journal of Archaeological Science  (Giugno 2021).

Software 3D per usi geologici applicato con successo all’analisi della decorazione murale di età romana

Nel bacino del Mediterraneo l'aspetto estetico della pietra ornamentale per l ‘edilizia è stato apprezzato fin dall'antichità, soprattutto dopo il IV secolo a.C. quando le nuove tecniche iniziarono a consentire il taglio di grandi blocchi in lastre sottili che potevano essere utilizzate per facciate di mattoni o con  pietre a basso costo.

Il potenziale della modellazione 3D volumetrica: un caso di studio a Chlorakas-Palloures (Cipro).

Il potenziale della modellazione 3D volumetrica: un caso di studio a Chlorakas-Palloures (Cipro).

La modellazione tridimensionale dei dati di scavo archeologico si sta rivelando negli ultimi anni uno strumento prezioso non solo per visualizzare la stratigrafia ma soprattutto per eseguire analisi spaziali quantitative corredate da dati volumetrici.

Tecniche di Radiografia Muonica e Rilievo 3D per l'individuazione di ipogei nascosti

Tecniche di Radiografia Muonica e Rilievo 3D per l'individuazione di ipogei nascosti

La radiografia muonica è una tecnica emergente che permette di rilevare le variazioni di densità come le cavità nascoste nel sottosuolo, nelle montagne oppure all’interno delle piramidi egiziane, utilizzando i raggi cosmici e i rivelatori di particelle elementari. Fisici napoletani e giapponesi insieme alla associazione culturale Celanapoli stanno applicando questa tecnica per sondare la Necropoli Ellenistica di Neapolis.

Archeo-geofisica: il futuro vede il passato

Archeo-geofisica: il futuro vede il passato

Diversi strumenti presi dalla geofisica applicata vengono sfruttati appieno e con grande interesse dagli archeologi. I più innovativi non si lasciano scappare la strumentazione più performante. L’Università di Ferrara – con il prof. Enzo Rizzo e la prof.ssa Rachele Dubbini – in collaborazione con il dott. Luigi Capozzoli del CNR IMAA stanno studiando un sito a Bocca delle Menate (Comacchio) alla ricerca di aree di interesse archeologico.

CHNT
CHNT
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo