NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

itzh-CNenfrdejaptrues
ARCA: PUBLISH ARCHAEOLOGICAL DATA

ARCA: PUBLISH ARCHAEOLOGICAL DATA

In Archeofoss 2020, Irene Carpanese presented A.R.C.A. (Archiviazione, Ricerca e Comunicazione del dato in Archeologia), an open-source software capable of publishing archaeological data on-line (abstract in https://zenodo.org/record/4002961#.YHgzlOgzaUk).

The goal of the software is to manage, in a simple way, archaeological data of different nature (textual to spatial or even 3D data), making them “scalable”: easily reusable independently of other projects and different institutions. The idea is to create a product that encourages the data holder/owner to make their information open and available.

The software was developed without a typical relational DB, in order to build a flexible and adaptive product able to communicate with different datasets and capable of interconnecting various data collected in multiple projects.

This project laid the cornerstone to develop A.R.C.A. itself. The software has big potential, but its growth depends on its use by the archaeological community, which can increase the quality and remove limits.

It’s possible to review this presentation on YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=OPt3XURTP0g or https://www.youtube.com/watch?v=bgkLcKsKtOA

Click here https://www.archeomatica.it/rivista1 and read Archeofoss 2021 pre-acts conference. Remember: registration to our workshop will close on 22/11/2021.

Follow us on our social network!


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.archeomatica.it/k3f4

Scoperta dell’America. C’è una nuova data certa: gli europei vi arrivarono nel 1021

Scoperta dell’America. C’è una nuova data certa: gli europei vi arrivarono nel 1021

La ricerca di prove di viaggi transoceanici tra l’Europa e le Americhe prima della traversata di Cristoforo Colombo nel 1492 è un tema affascinante. Moltissime pubblicazioni esaminano da oltre un secolo le fonti letterarie prendendo in considerazione reperti rinvenuti in alcuni casi validanti e, a dire il vero, nella stragrande maggioranza degli altri, in maniera solo asserita nel Nuovo Mondo.

Stonex – Strumenti per l’Archeologia

Stonex – Strumenti per l’Archeologia

Gli strumenti Stonex possono essere utilizzati in diversi campi di applicazione grazie alla loro precisione ed affidabilità. Facili da usare e robusti, possono essere utilizati in campo in ogni situazione atmosferica. Che tu debba eseguire una scansione con un Laser scanner o una misurazione GPS, Stonex ha lo strumento per te. La raccolta dati e il processamento possono essere eseguiti con Software Stonex per una maggiore praticità.

Il Museum of Fine Arts di Boston accelera la fruizione digitale

Il Museum of Fine Arts di Boston accelera la fruizione digitale

Con una collezione di circa 450.000 opere d’arte il Museum of Fine Arts di Boston è il quarto museo più grande degli Stati Uniti e può esser considerato uno dei musei d’arte più completi al mondo. Fondato nel 1870 occupa la sede attuale - su Huntington Avenue - a partire dal 1909 ed è associato a un'Accademia d'arte, la School of the Museum of Fine Arts, nonché al Nagoya/Boston Museum of Fine Arts, a Nagoya, in Giappone. Interessato a tutti i processi di trasformazione digitale, il Museum of Fine Arts impiega da tempo la tecnologia per accrescere l’interesse verso l’arte antica.

La Villa  di Livia. Un percorso di ricerca di archeologia virtuale  a cura di Maurizio Forte

La Villa di Livia. Un percorso di ricerca di archeologia virtuale a cura di Maurizio Forte

Edito da L’«Erma» di Bretschneider nel 2007 nella prestigiosa collana ‘Bibliotheca Archaeologica’, questo brillante volume, intitolato “La Villa di Livia. Un percorso di ricerca virtuale” a cura di Maurizio Forte, forse a maggior ragione ora, a distanza di quasi quindici anni dalla sua pubblicazione, si presenta in tutta la portata della sua novità.

CHNT
CHNT
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo