Stone Forts, Irlanda

Online il portale sul patrimonio irlandese digitalizzato in 3D

Stampa

E online il portale 3dicons.ie che raccoglie una collezione digitale 3D di oltre 130 monumenti ed edifici del territorio Irlandese tra cui alte croci decorate, il monastero isola di Skellig Michael, le tombe a corridoio di Knowth e Newgrange e il paesaggio cerimoniale di Tara.

Oltre a rendere disponibili online i contenuti, questi dati hanno il potenziale per essere di beneficio per settori come l'istruzione, il turismo, l'economia creativa, la conservazione e il monitoraggio dei siti del patrimonio culturale.
I modelli 3D disponibili su questo sito sono il risultato finale di una complesso pipeline di processi che trasformano i dati primari acquisiti dal rivelatore. I diversi elementi di questo includono tecniche di cattura (laser scanning, fotogrammetria), modellazione, pubblicazione e creazione di metadati.
L'obiettivo principale di 3Dicons.ie è quello di rendere disponibili online i modelli 3D. La soluzione scelta, Sketchfab WebGL, una serie di diverse metodologie e soluzioni tecniche per la visualizzazione onlinedi asset 3D ricchi e complessi. La scelta è stata fatta considerando una vasta di potenziali utenti, dal grande pubblico al ricercatore.
3dicons.ie, recentemente pubblicato verrà continuamente aggiornato con nuovi oggetti e funzionalità per migliorare l'esperienza dei visitatori.

Oltre ai modelli 3D interattivi, sul portale sono disponibili immagini e video dei modelli 3D ottenuti, mappe e dettagli tecnici.

L'iniziativa rientra all'interno del progetto europeo 3Dicons composto di 16 partners: 4 università e 7 istituti di ricerca tra cui, per l'Italia, il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), la Fondazione Bruno Kessler (FBK), il Politecnico di Milano e l'Università degli studi di Napoli l'Orientale.

 

 

Vai al portale

 

Fonte: Digital Meets Culture

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI