Il Museo di Palazzo Rosso punta sulla tecnologia

Stampa

palazzo rossoE' stato presentato venerdì 26 ottobre durante il Festival della Scienza di Genova l'innovativa tecnologia applicata recentemente presso i Musei di Strada Nuova a Palazzo Rosso a Genova per il controllo delle opere d'arte qui conservate.

Si tratta di una rete di sensori chiamata "Art-Keep" in grado di monitorare parametri ambientali o strutturali. La tecnologia è stata sviluppata da Montalbano Technology e il progetto reso possibile grazie alla collaborazione con la Fondazione Bracco.

Palazzo Rosso a Genova, storico palazzo su Strada Nuova, già patrimonio dell'umanità UNESCO, diventa così il primo museo italiano con un sistema completo per il monitoraggio del microclima. "Un primo passo verso un monitoraggio più ampio e completo - si legge nel comunicato stampa - che potrebbe incidere significativamente anche sul piano del risparmio energetico, un’altra voce importante per la gestione efficiente di edifici spesso di ragguardevoli dimensioni, come sono quelli genovesi e in generale gran parte di quelli italiani".


Il progetto prevede l’installazione di una serie di sensori wireless per il rilevamento della temperatura e dell’umidità relativa; i sensori  posizionati in ogni sala, invieranno in tempo reale i dati ad una centrale che è in grado di attivare automaticamente allarmi via sms o e-mail nonchè di renderli consultabili attraverso la rete Web.

Le applicazioni di Art Keep di Montalbano Technology sono molto ampie e attengono anche altri fattori di criticità, quali le lesioni del legno, le intrusioni in spazi protetti.

L’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Genova, Carla Sibilla ha evidenziato come questo genere di partenariato e di collaborazione tra le istituzioni e i soggetti privati rappresenta, in un momento di crisi e di contrazione della spesa, un’azione da perseguire con maggior convinzione. Secondo l'assessore questo tipo di politica consente di attivare forme di coinvolgimento con il territorio che portano di per sé valore aggiunto all’offerta culturale della città. 

L'iniziativa è stata presentata da Piero Boccardo, storico dell'arte e direttore del Museo di Palazzo Rosso a Genova, Francesco Lertora, Project Manager di Montalbano Technology dal 2006, e Maria Cristina Cedrini, segretaria di Fondazione Bracco e direttore di Fondazione Milano per EXPO 2015.

 

Fonte: www.festivaldellascienza.it

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI