Lunedì, 07 Luglio 2014 12:45

Pompei Touch, l'antica Pompei ricostruita a portata di mano

pompei-touch-appSi chiama Pompei Touch una nuova applicazione pensata per visitare in maniera innovativa il sito archeologico di Pompei. L'applicazione può essere ustilizzata sia durante la visita all'antica città sia in un altro luogo o momento come strumento didattico e d’intrattenimento culturale. Grazie ad un’interfaccia semplice e intuitiva è adatta ad ogni tipologia di utente e può essere utlizzata sia su smartphone che su tablet. Lo scopo di Pompei Touch è quella di mostrare tramite le immagini, un raffronto fra “com’è oggi" ed "com’era 2000 anni fa” la città, prima della tragica eruzione del del 79 dC. 

Dopo aver scaricato l’app su un tablet o smartphone, l’utente sceglie la foto di un ambiente di Pompei e, grazie al touch, gli compare l’ipotesi ricostruttiva delle architetture originarie dell’epoca. E' possibile interagire con altre funzioni come quella "Cancella", con la quale, trascinando il dito sullo schermo è possibile scoprire le antiche domus romane, gli imponenti templi o i meravigliosi affreschi, una funzione molto divertente e adatta per i bambini. Le ricostruzioni 3D  sono state realizzate grazie alla consulenza con storici e archeologi che operano da molti anni nell'area archeologia vesuviana. Ideatore e art director del progetto é Raffaele Gentiluomo, 3D Interactive Designer da circa 10 anni, esperto nel campo della Computer Grafica 3D applicata ai beni culturali e in particolare ai siti archeologici vesuviani.

Il progetto è stato realizzato in circa un anno di lavoro ed è autofinanziato. Pompei Touch, si avvale delle prestazioni professionali di un team di esperti del territorio vesuviano provenienti da differenti settori inerenti: fotografi, 3d designer, archeologi e storici dell’arte, web designer, programmatori e sviluppatori informatici.

Pompei touch non è solo una app, ma un innovativo progetto culturale in continua evoluzione con lo scopo della fruizione di uno dei patrimoni culturali più importanti della zona del vesuviano. Il primo obiettivo, infatti, è quello di realizzare nuove interazioni e nuove ricostruzioni di altri ambienti , magari di quelli che adesso sono in restauro e che man mano vengono aperti al pubblico.

L’app ha un costo di 1,79 € ed è scaricabile su Apple Store, Google Play e Windows Phone. In soli 3 mesi è stata scaricata da numerosi utenti di tutto il mondo.

 

Sito web: www.pompeitouch.com 

 

Fotne: NoReal, Raffaele Gentiluomo

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:34

itsqarhyzh-CNnlenfrdejaptrues
archeomatica su twitter
UAV Expo Europe
http://www.digitalmeetsculture.net