E' nata Restauratori Senza Frontiere Onlus Italia

17 Gennaio 2014  

restauratori-rsf-landingNasce ufficialmente “Restauratori Senza Frontiere”, una Onlus dedicata alla conservazione e al restauro del patrimonio artistico in Italia e nel mondo: il giorno 24 gennaio p.v. si svolge a Roma (nella Sala Convegni della casa dei Cappuccini, via Vittorio Veneto, 21) la prima riunione plenaria del comitato scientifico e dei soci onorari di RSF.

Restauratori Senza Frontiere promuove la tutela dei beni culturali e dell’arte coinvolgendo professionisti del restauro e della conservazione. L’associazione si propone di intervenire ovunque venga messa in pericolo la salvaguardia del patrimonio culturale, sia in tempi di pace sia incontesti di emergenza.

RSF non ha scopo di lucro ed è basata sul volontariato, aperta al contributo di singoli esperti, organizzazioni, associazioni e di chiunque abbia a cuore l’etica della tutela. L’associazione riserva un particolare spazio ai giovani che potranno avere una vetrina aperta su questo mondo con occasioni reali di partecipazione.

La Redazione di Archeomatica sostiene l'Associazione Restauratori Senza Frontiere Onlus e i suoi scopi. 

In questa prima riunione tra i 65 membri del Comitato Scientifico e dei Soci Onorari figurano anche:
Caterina Bon Valsassina (Direttore Regionale Beni Culturali della Lombardia) , Claudio Strinati (Direttore Generale del Mibact), Alberta Campitelli (responsabile Ville e Giardini del Comune di Roma), Stefano De Caro (Direttore Generale ICCROM), Eugenio Mancinelli (Restauratore ISCR), Maurizio Fagiolo dell’Arco (storico dell’arte), Friedrich Wilhelm von Hase (direttore del Museo di Magonza). 

 

restauratori-rsf-logo

Sito web http://www.restauratorisenzafrontiere.com

Segui l'Associazione su Facebook

Segui l'Associazone su Twitter

 

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:34

Foto del mese

  • Documentazione 3D dei danni all'antica cittadella di Palmira

    Modello 3D della Città di Palmira: confronto tra prima e dopo i danni terroristici. Progetto di documentazione ai danni all'antica città mediante tecnologie di rilievo 3D. 

Video del mese

  • La Roca Esculpida de Samaipata è un sito archeologico boliviano patrimonio dell'umanità Unesco dal 1998.

Ultimi commenti