Progetto Genus Bononiae

genus bononiae 1
Genus Bononiae è un progetto della Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna che ha alla base l’idea di realizzare, nel cuore della città, un percorso articolato in diverse sedi, destinate ciascuna a specifiche funzioni culturali che, nell’insieme, costituiscono un dispositivo museale organico e rappresentativo di diversi momenti della storia civile e architettonica della città. Uno degli edifici, Palazzo Fava, conserva l’importante ciclo di affreschi dei Carracci e le digitalizzazioni sono state realizzate a dicembre 2011 in altissima risoluzione: ad ogni scena corrisponde una immagine fra i 700 Megapixel e 1,2 Gigapixel.

Per la fruizione al Palazzo sono disponibili due installazioni touch screen 42", basate sulla tecnologia di Uffizi Touch, per gli utenti Internet alcune scene dei cicli di affreschi sono visualizzabili on line alla massima qualità attraverso il servizio XLimage.
 
A partire dal 28 gennaio, in occasione della notte bianca di Bologna, le installazioni touch screen sono utilizzabili dal pubblico di Palazzo Fava, per consentire al visitatore una esperienza assolutamente inedita: le tecnologie sviluppate da Centrica permettono infatti di visualizzare nei più piccoli particolari il Ciclo di Giasone e il Ciclo di Enea, attraverso le funzioni di zoom, di spostamento e raffronto delle immagini. Si possono così cogliere elementi altrimenti difficilmente apprezzabili, data l'elevata altezza alla quale sono presenti gli affreschi, e attivare la funzione suggerimenti per l'evidenziazione delle relazioni fra le scene o dettagli di esse, attraverso il motore per la gestione e fruizione della conoscenza XLknowledge.

(Fonte: Redazionale)

Sandra Leonardi

Sandra Leonardi
Dal 2003 è docente a contratto di Geografia Economica Politica presso l’Università La Tuscia di Viterbo, Facoltà di Scienze Organizzative e Gestionali. Presso la stessa Università ha tenuto corsi di Geografia per la Facoltà di Beni Culturali. Ha effettuato ricerche, pubblicando diversi articoli, principalmente nell’ambito della geografia storica e della cartografia (storica e digitale). È stata capo-redattore di MondoGIS, nonché consulente per la componente geografia, beni culturali e paesaggio in studi di progettazione e salvaguardia ambientale. Attualmente collabora nella redazione delle la riviste GEOmedia e Archeomatica.
Related Articles

Commenti:

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Rimani aggiornato!