Nuova applicazione di vetri antiriflesso nella Mediateca francese Pierre Amalric d’Albi

20 Gennaio 2016  

In Francia, presso l'Albi Médiathèque, è stato recentemente impiegata un vetro antiriflettente di innovativa tecnologia adatto alla conservazione ed esposizione di beni di interesse storico e culturale.

"Il vetro antiriflesso Guardian Clarity unisce unisce tre condizioni per l'esposizione nei musei: la conservazione, l'estetica e il rapporto qualità-prezzo", ha dichiarato la Dott.ssa Deschaux, direttrice dell'Albi Médiathèque.

Quando arrivò ad Albi Médiathèque più di due anni fa, la signora Deschaux notò che le vetrine della biblioteca necessitavano di essere ristrutturate. Erano realizzate con diversi materiali quali legno, alluminio o vetro, e non erano adatti per la conservazione dei libri rari.
"Non erano adeguate per queste collezioni storiche," ha aggiunto. Per questo motivo la Dott.ssa Deschaux si è messa in contatto con Promuseum per discutere il progetto.

"Volevo una vetrina ermetica con laminato e vetro antiriflesso che è conforme agli standard AFNOR per esporre le illustrazioni e le raccolte fotografiche", ha spiegato. Data la quantità di luce naturale in quella parte della biblioteca, e quindi la probabilità di abbagliamento e riflesso fuori della vetrina, Promuseum ha raccomandato il vetro antiriflesso Guardian Clarity come soluzione ideale per questa installazione.

L'anno scorso, Promuseum ha incontrato il Guardian Industries'Glass Group in Europa per sviluppare una serie di vetrine che utilizzino il vetro antiriflesso Guardian Clarity™.  Questo a seguito di una lunga ricerca da parte del personale di Promuseum per trovare una soluzione di alta qualità che permettesse ai musei di fornire una visione perfetta delle proprie collezioni dietro ad una vetrina.

"L'Albi Médiathèque non conosceva il vetro Guardian Clarity", ha dichiarato Juliette Bourdillon, Direttore Generale di Promuseum. David Allouche ci fornì dei campioni e il supporto tecnico per spiegare i vantaggi del vetro Clarity.
"Promuseum ha creduto in questo vetro e ci è sembrata la soluzione ideale per l'Albi Médiathèque, così si è deciso di fare un tentativo".

Promuseum ha costruito una vetrina di sette metri di lunghezza montata a parete, con tutto il fronte realizzato con il vetro Clarity.
"La sfida più grande è stata la grande dimensione", ha detto la signora Bourdillon. "Inoltre, doveva essere inserita in una nicchia, ma alla fine è venuto fuori perfettamente ed è davvero soddisfacente le grandi aspettative del Albi Médiathèque".

Il Gruppo Guardiano Glass in Europa è un fornitore leader di prodotti di alta qualità in vetro commerciale, residenziale e degli interni e automotive. Produce il vetro Clarity fronte-retro, vetro antiriflesso utilizzando le più avanzate tecnologie di rivestimento in vetro "magnetron sputtering".

Il vetro permette una trasmissione della luce del 97% e una riflessione inferiore all'1%, rispetto al vetro architettonico, che offre una trasmissione della luce del 90% e ha una riflessione dell'8%. Guardian Clarity è stato sviluppato prendendo in considerazione le esigenze delle prestazioni ottiche all'interno del settore museale.
Le sue caratteristiche forniscono le migliori prestazioni visive antiriflesso disponibili sul mercato e permettono di fornire la massima trasparenza eliminando nel contempo la riflessione e i bagliori indesiderati.

Guardian ha fornito anche supporto tenico e formativo, e ha aiutato la signora Bourdillon e il suo team a stabilire contatti con i costruttori locali che potrebbero produrre il vetro. Leon Broekman, Business Development Manager per i prodotti Guardian INglass, e David Allouche, hanno lavorato a stretto contatto con Promuseum per tutto il progetto.
Promuseum ha effettuato l'ordine del vetro nel mese di luglio e ha installato la vetrina su misura all'Albi Médiathèque a fine settembre. Il 6 ottobre, la biblioteca multimediale ha aperto la sua attuale mostra di libri storici, denominata "Nero: la Storia del Colore".
Secondo la signora Deschaux, la mostra è un adattamento del libro di Michel Pastoureau dallo stesso titolo - con libri e incisioni - in cui l'autore spiega l'affascinante storia del colore nero, come il colore viene considerato dalle società, e come le civiltà lo hanno visto nel corso dei secoli.
Per quanto riguarda il nuovo display, la signora Deschaux ha detto: "Sono abbastanza soddisfatta dell'aspetto anti-riflesso grazie al vetro Guardian Clarity. Devo dire che i visitatori sono veramente entusiasti dell'aspetto della vetrina".
A seguito del crescente successo del suo portfolio di vetrine per i musei, Promuseum ha nominato Bernard Rey, per rinforzare la squadra. Egli sarà responsabile dello sviluppo del mercato per le vetrine personalizzate, e per intensificare il contatto con altri musei francesi.
"Visto il successo di questo progetto, Guardiano Glass Europe e Promuseum hanno mostrato il vetro antiriflesso Guardian Clarity durante la Fiera SITEM di Parigi a gennaio 2016 per mostrare le differenze tra questo prodotto e altri tipi di vetro", ha detto Bernard Rey.
"Proponiamo ora Clarity per tutti i progetti di vetrine, iniziando a mostrarlo ai designer ed architetti specializzati in allestimenti museali", ha aggiunto la signora Bourdillon.

Approfondisci: Vetri di ultima generazione per un'esposizione di rari reperti egizi a Parigi

 

Fonte: Guardian (www.guardian.com)

Ultima modifica il Mercoledì, 20 Gennaio 2016 18:44

Foto del mese

  • La Torre di Londra in 3D

    Modello 3D della White Tower all'interno della Torre di Londra. Progetto Cy Ark.

Video del mese

  • La Roca Esculpida de Samaipata è un sito archeologico boliviano patrimonio dell'umanità Unesco dal 1998.

Ultimi commenti