Glass e Beacon per una fruizione innovativa dei Mercati di Traiano

14 Ottobre 2015  

Dal 14 Ottobre per due mesi i Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali ospiterà una la sperimentazione di una tecnologia innovativa per una visita insolita. Il progetto "Museo Glass Beacon: il museo del futuro" permetterà ai visitatori di usufruire gratuitamente di alcuni visori in realtà aumentata (Glass).

La tecnologia è stata messa appunto dalla società ETT S.p.A. insieme a Mirko Di Ciaccio, "giovane creativo" nell'ambito del Bando Cultura Futura promosso dalla Regione Lazio dedicato alla realizzazione di un prodotto hardware e software per la fruizione innovativa di beni ed eventi culturali.
Il progetto è stato possibile grazie alla collaborazione con l'Assessorato alla Cultura e allo Sport di Roma - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e alla Direzione Scientifica del Museo.

 

mercati traiano glass

 

I Glass permetteranno ai visitatori del Museo di scoprire contenuti nuovi sulla storia del Museo e dei suoi personaggi, curiosità e aneddoti, grazie alla tecnologia Beacon, ripetitori di segnale Bluetooth a bassa frequenza sempre più impiegati in ambito museale e turistico. Son ben 14 i Beacon installati nei diversi ambienti dei Mercati Traiano, tra il primo e il secondo piano e in due punti esterni, che corrispondono ad altrettanti punti di interesse.
I contenuti che appariranno direttamente sul display saranno informazioni testuali, immagini, video e audio.
Il visitatore, libero di muoversi, potrà scegliere il proprio percorso e i contenuti multimediali da consultare. Le opere sono state scelte per fornire un racconto il più rappresentativo possibile dell'intera collezione del Muso dei Fori Imperiali.
All'ingresso del Museo, nella biglietteria, saranno quindi disponibili gratuitamente 9 Glass in lingua italiana e inglese.

Con l'occasione ETT e la Direzione del Museo organizzeranno in questi due mesi anche 10 incontri formativi per le scuole proprio per sensibilizzare le nuove generazioni alle nuove tecnologie per la valorizzazione del patrimonio culturale.

Il progetto è stato realizzato anche con la collaborazione della RAI che ha concesso l'uso di alcune sequenze tratte dallo sceneggiato Eneide -Franco Rossi (1971) e dell'Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali (ITABC) del CNR che ha consentito l'utilizzo delle ricostruzioni 3D tratte dalla mostra "Keys to Rome - Le Chiavi di Roma - La città di Augusto" realizzata nell'ambito del progetto V-Must proprio ai mercati di Traiano.

 

mercati glass

 

La presentazione, alla presenza di Lucrezia Ungaro, Responsabile del Museo, è stata introdotta dal Soprintendente Capitolino ai Beni Culturali Claudio Parisi Presicce che ha sottolineato la creatività e la multidisciplinarietà del progetto reso possibile anche grazie all'Archivio Fotografico e Gabinetto delle Stampe del Museo di Roma che ha concesso l'utilizzo di alcune immagini.

Giovanni Verreschi, Amministratore Delegato di ETT, si è espresso orgoglioso del progetto, ribadendo l'aspetto creativo oltre che tecnologico dell'iniziativa. Ha definito ETT una "industria culturale creativa" che vede nei Beni Culturali importanti possibilità di valorizzazione per la creazione di nuovi percorsi, più facilmente fruibili, per un pubblico differenziato, dal bambino all'adulto.

Adele Magnelli, responsabile del progetto per ETT, ha dichiarato che con questo progetto si è creato un percorso di storytelling che permette di conoscere contenuti altrimenti difficilmente fruibili, come alcune ricostruzioni 3D di antiche statue.
Particolarità del progetto è senz'altro il fatto di utilizzare una "tecnologia invisibile": non è, ad esempio, necessario visualizzare qr code per ottenere le informazioni.
La sperimentazione permetterà alla società di effettuare delle analisi sul comportamento dei visitatori del museo e il loro apprezzamento della tecnologia e della visita.

Infine, Giovanna Marinelli, Assessore alla Cultura e allo Sport, ha ricordato come un tale progetto dia spazio alle nuove generazioni e faccia emergere la capacità delle tecnologie di valorizzare e far conoscere il patrimonio culturale.
Allo stesso tempo, nell'odierna "corsa alla tecnologia", in questo progetto di sperimentazione è stata comunque garantita la scientificità.

 

Ulteriori informazioni su www.ettsolutions.com; www.mercatiditraiano.it

 

Ultima modifica il Mercoledì, 14 Ottobre 2015 18:24

Foto del mese

  • Documentazione 3D dei danni all'antica cittadella di Palmira

    Modello 3D della Città di Palmira: confronto tra prima e dopo i danni terroristici. Progetto di documentazione ai danni all'antica città mediante tecnologie di rilievo 3D. 

Video del mese

  • La Roca Esculpida de Samaipata è un sito archeologico boliviano patrimonio dell'umanità Unesco dal 1998.

Ultimi commenti