Due nuove app per il Museo Bagatti Valsecchi di Milano, una in Lingua dei Segni Italiana

29 Gennaio 2016  

Il Museo Bagatti Valsecchi prosegue il suo progetto di ampliamento della fruizione digitale dei contenuti: il 2016 è l’anno dedicato alle applicazioni per mobile, dopo il nuovo sito lanciato nel 2014 e il Virtual tour realizzato in collaborazione con il Google Art Project del 2015. Ricordando l’amore e la passione dei due fratelli Fausto e Giuseppe Bagatti Valsecchi per l’innovazione, il Museo coglie la sfida della contemporaneità e si dota di due app per device: la prima rivolta al pubblico generico che si avvicina alla casa Museo di via Gesù, l’altra è la prima video guida in LIS (Lingua dei Segni Italiana) ed in Segni Internazionali della città di Milano.


Grazie al sostegno di Innovacultura – Regione Lombardia, Camere di Commercio lombarde e Fondazione Cariplo il Museo ha realizzato una applicazione gratuita per gli utenti che consente di compiere una visita virtuale tra le stanze del piano nobile del Palazzo. Ogni sala è arricchita di approfondimenti, gallery con immagini di oggetti, dettagli e rimandi che arricchiscono e migliorano la comprensione della visita.
L’APP Museo Bagatti Valsecchi in LIS consente alle persone sorde “segnanti” di godere di una visita “guidata” in Lingua dei Segni. A Milano – città sempre più “accessibile”, in linea con i più elevati standard europei - l’APP del Bagatti Valsecchi (in LIS e, al tempo stesso, nella versione Internazionale) si presenta come un unicum: è un primo ma fondamentale passo verso la piena fruibilità dei beni culturali da parte dei visitatori sordi italiani e stranieri.

 

 

app museo bagatti


Fortemente voluta e realizzata con il contributo del Comune di Milano, Assessorato alle Politiche Sociali e Cultura della Salute, la APP Museo Bagatti Valsecchi in LIS nasce da un progetto dell’Ente Nazionale Sordi di Milano, sviluppato in collaborazione con il Museo Bagatti Valsecchi e con la Cooperativa Segni di Integrazione Paolo Basso di Torino. L’APP è stata realizzata, tanto per la parte tecnica quanto per quella interpretativa, da un team composto da non udenti, coordinatisi fra loro per progettare e realizzare un prodotto tarato sui bisogni di fruizione delle persone sorde. Attraverso la APP il visitatore può seguire il percorso museale così come preordinato dalla APP stessa; fermare o ripetere la visione del video dedicato ad una specifica sala o sezione.

Con questa applicazione – spiega l’assessore alle Politiche sociali e Cultura della Salute, Pierfrancesco Majorino – uno dei musei più belli di Milano diventa totalmente accessibile anche alle persone sorde. L’applicazione da oggi utilizzabile è nata da un progetto condiviso tra Ens, Fondazione Bagatti Valsecchi, Cooperativa ‘Segni di Integrazione’ e Comune di Milano che, all’inizio dello scorso anno, ha deciso di finanziare progetti per l’abbattimento delle barriere alla comunicazione. Questa App rappresenta senz’altro uno dei migliori strumenti realizzati, un modello certamente da adottare anche in altri musei della città”.

La APP Museo Bagatti Valsecchi in LIS è corredata di testi che riportano i contenuti e gli argomenti oggetto della traduzione tradotti in LIS e in IS, non ché di un supplemento di informazioni utili ai fini della completa conoscenza del prestigioso Museo milanese.
Entrambe le app sono supportate sia da iOS che da Android, e scaricabili gratuitamente sia dal sito del Museo che nei principali marketplace (la app Museo Bagatti Valsecchi sarà disponibile a partire dal 3 febbraio).

 

Video di presentazione in fondo alla notizia.

 

Fonte: Museo Bagatti Valsecchi

 

 

Ultima modifica il Venerdì, 29 Gennaio 2016 17:44

Video


Foto del mese

  • La Torre di Londra in 3D

    Modello 3D della White Tower all'interno della Torre di Londra. Progetto Cy Ark.

Video del mese

  • La Roca Esculpida de Samaipata è un sito archeologico boliviano patrimonio dell'umanità Unesco dal 1998.

Ultimi commenti