Seconda Conferenza Internazionale sull'Innovazione nella ricerca per l'arte e la Tecnologia

19 Gennaio 2016  

La seconda Conferenza Internazionale sull'Innovazione nella ricerca per l'arte e la Tecnologia (inArt 2016) si svolgerà a Ghent, in Belgio, dal 21 al 25 marzo 2016.

Nei primi anni di conservazione di opere d'arte il restauro si basava principalmente sulle competenze dell'artigiano. Ci sono voluti diversi anni affinché fosse unita la conoscenza scientifica e tecnica ed iniziare una nuova era di approccio alla conservazione del patrimonio culturale.

E' ormai ampiamente riconosciuto il contributo delle scienze naturali, in particolare fisica e chimica, per caratterizzare e documentare materiali artistici. In generale, queste scienze applicate contribuiscono ad una comprensione più profonda di manufatti del patrimonio culturale e mettono in luce diversi aspetti legati all'origine dell'opera d'arte o la sua cronologia. Inoltre aiutano a identificare e studiare i materiali gli, oggetti e i meccanismi di decomposizione.

L'obiettivo principale della conferenza è di fondere discipline umanistiche con la ricerca scientifica all'avanguardia. Pertanto, si cerca di mettere insieme persone con differenti background scientifici (chimici, fisici, geologi, storici dell'arte, restauratori, archeologi, ecc) e creare un forum di discussione continua.

La conferenza cerca di creare un ponte di comunicazione tra le unità interdisciplinari nel campo di archeometria.

I temi che verranno affrontati nell'ambito delle sessioni congressuali sono (tra gli altri):

- Nuovi sviluppi tecnologici
- Configurazioni sperimentali in vitro e meccanismi di degrado
- Esperimenti in situ e strumentazione mobili
- Necessità di analisi non invasiva e non distruttiva
- Tecniche di imaging
- Questioni ambientali sulla conservazione di oggetti d'arte e archeologici

 

Il programma verrà reso disponibile sul sito web: http://www.inart2016.ugent.be/index.php

 

Fonte: InArt 2016

Ultima modifica il Martedì, 19 Gennaio 2016 15:54

Foto del mese

  • Documentazione 3D dei danni all'antica cittadella di Palmira

    Modello 3D della Città di Palmira: confronto tra prima e dopo i danni terroristici. Progetto di documentazione ai danni all'antica città mediante tecnologie di rilievo 3D. 

Video del mese

  • La Roca Esculpida de Samaipata è un sito archeologico boliviano patrimonio dell'umanità Unesco dal 1998.

Ultimi commenti